La civiltà dell’amore

la civiltà dell'amore
aderire alla verità

“Il Mahatma Gandhi insegnava che se tutti gli uomini e le donne, quali che siano le differenze tra loro, aderiranno alla verità, nel rispetto della peculiare dignità di ogni essere umano, sarà possibile realizzare un nuovo ordine del mondo – una civiltà fondata sull’amore. –

Oggi udiamo ancora scongiurare il mondo:

VINCETE L’ODIO CON L’AMORE,

LA  MENZOGNA CON LA VERITA’

LA VIOLENZA CON LA SOFFERENZA.

Voglia Iddio guidarci e benedirci mentre ci sforziamo di camminare insieme, mano nella mano, e costruire insieme un mondo di pace! “

Giovanni Paolo II

1 febbraio 1986

Al monumento di Gandhi,

Delhi – India

6 pensieri riguardo “La civiltà dell’amore

    1. Ciao Silvia! E’ bello ritrovarti qui…sempre presente!
      Sapessi quanto condivido il tuo pensiero…sopratutto in questi giorni! Un abbraccio carissima!

      "Mi piace"

  1. non viene ascoltato per niente, riconosco che non è sempre facile rispondere con l’amore all’ira e all’odio, è più facile mantenere l’odio che trasformarlo in amore!!

    "Mi piace"

    1. Sai Sabby! All’ira e all’odio, io non rispondo proprio con l’amore! Per essere sincera, non ho ancora trovato un modo giusto e valido: per me e per chi odia! So per certo che, si arriva ad odiare per grande fragilità, ma anche per cattiveria. Per il primo caso sento compassione, ma per il secondo….proprio….mi è difficile rimanere distaccata e positiva. Poi però mi vengono i sensi di colpa perchè, anch’io…quando giudico, mi comporto da cattiva. Questa è per me una notte buia, di ricerca e aridità. Di introspezione e sofferenza. Che aspetta le prime luci del giorno per aprire… finalmente… la finestra, al sole dell’armonia e della pace.
      Grazie Sabby del tuo affetto!

      "Mi piace"

    1. Cara Gina, accolgo e ricambio di cuore, il tuo affettuoso Abbraccio di sole!
      In questo periodo ne ho proprio bisogno!
      Ma…ti prego, fammi capire! Perchè dici che dove c’è Amore, c’è invidia? Lo so che questo è verissimo, ma, non riesco a capire come sia possibile! Dipende da bisogni insodisfatti? Da disistima? Da ignoranza, incomprensioni, pregiudizi, rivalità, immaturità????
      Perchè trattenere in se stessi tanto male???
      Perchè non aspirare a quanto fa bene all’anima e ti permette di volare libero???
      Perchè ritenere gli altri, responsabili delle nostre resistenze e infelicità???

      Ti ringrazio Gina…per le tue, sempre acute Verità!

      "Mi piace"

I commenti sono chiusi.