l’uccellino

l'uccellino
trrr trrr trr terit tirit

“Viene il freddo. Giri per dirlo

tu, sgricciolo, intorno le siepi;

e sentire fai nel tuo zirlo

lo strido di gelo che crepi.

Il tuo trillo sembra brina

che sgrigiola, il vetro che incrina…

trr trr trr terit tirit…

Viene il verno. Nella tua voce

c’è il verno tutt’arido e tecco.

Tu somigli un guscio di noce,

che ruzzola con rumor secco.

T’ha insegnato il breve tuo trillo

con l’elitre tremule il grillo…

trr trr trr terit tirit…

(G. Pascoli)

14 pensieri riguardo “l’uccellino

  1. Un immagine così tenera che mozza il respiro …. uno sguardo, quello del piccolo passero che si riscalda nella neve, così intenso che ci arriva dritto nel cuore !
    Un piccolo, minuscolo fratello, un attimo di vita palpitante …. ma in grado di sfidare il cielo e la nostra inutile stupidità non di rado crudele !

    "Mi piace"

    1. “…un piccolo minuscolo fratello…un attimo di vita palpitante…in grado di sfidare il cielo…”

      Caro @Bruno, descrivi così bene quest’uccellino che…
      non servono altre parole!

      Grazie!

      Un felice giorno!

      "Mi piace"

  2. E’ davvero dolcissimo, nel mio giardino ne vengono parecchi, anche perchè sanno di trovare sempre qualcosa da mangiare….. Buon inizio settimana cara Nives, un abbraccio a te e all’amico Bruno!

    "Mi piace"

    1. Quest’uccellino infreddolito, m’Infonde tanta tenerezza…
      per quelli occhietti increduli…per l’allegro arruffarsi…
      per il coraggioso cuoricino che…nulla teme…

      Spesso arrivano in tanti…svolazzano tra i rami dell’olivo…
      fanno cadere la brina e le ultime olive…si rincorrono felici…

      Mi sento davvero fortunata, nel poter godere della loro presenza…
      nel mio giardino!

      Felice giornata…amica Luciana!

      "Mi piace"

    1. Buongiorno Lucia!
      Sì anch’io spesso tremo impaurita ed “infreddolita”!
      Consapevole dei miei limiti…non riesco ad accettarli ed amarli!
      Mi procuro così, da sola,…ancor più infelicità!

      Spesso lotto con i miei limiti…perchè mi sembra giusto non subirli.
      Solo molto più tardi,….mi accorgo che….
      senza l’espansione dell’anima….è stata tutta fatica inutile,
      e tanta desolazione del cuore!
      Sì Lucia… rimango nel freddo e con le spine nel cuore…
      se non “amo di più” e “soffro di più”!!!!

      Il minuscolo uccellino mi insegna che…andare oltre la consapevolezza delle proprie forze..
      permette poi, a noi umani, di…. “ammettere di poterle sostenere”!!!

      L’uccellino canta, portando tutti i suoi limiti…
      Il suo cuoricino è sempre caldo perchè contento di vivere…anche nel dolore!

      Qualcuno ha detto che: “Felicità non è fare ciò che si ama, ma amare ciò che si fa!”
      Come questo infreddolito passero!
      Coraggio!
      Ti lascio un bacio!
      Nives

      "Mi piace"

  3. @Lucia …. impaurita ?!? 😯
    E perchè mai ???
    Non sei sola, ricordatelo, come nessuno/nessuna lo è mai, poichè il dolore e la malinconia non sono mai avari con alcuno …. e se hai freddo, riscaldati qui : c’ è un fuoco che scalda sempre, e non ha bisogno nemmeno di legna per ardere !!! 🙂

    "Mi piace"

    1. Sì @Bruno…voliamo insieme sui rami gelidi dell’Olivo…come questo passerotto!
      Cantiamo insieme…sia la gioia che il dolore….
      Presto, in giardino, fioreranno le rose..
      .
      Sì forse..l’entusiasmo e l’amore…cancelleranno quella brutta ombra
      dentro il cuore che…chiamiamo destino!

      Grazie caro Amico, per la sempre “calda” Presenza!

      Felice giorno!
      Nives

      "Mi piace"

  4. è bella questa poesia del Pascoli ,mi sembra di vederlo questo uccellino zampetttare tra i rami secchi,nel mio giardino ogni tanto si affaccia un pettirosso,una piccola macchia rossa in mezzo al grigio autunnale.Ciao Nives

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.