la Cittadella

http://www.centrodonvecchi.org/

Non credevo possibile che anche la zia, potesse un giorno…abitare al “Don Vecchi”!!!!

Era una fortuna troppo grande….(con tutti gli anziani poveri che ci sono nella nostra città)!!!

Ora è lì…in un appartamentino nuovo di zecca, tutto per lei!

Caldo, protetto, dotato di ogni confort. Inserito in una Struttura privata che sembra una Cittadella!!!

C’è il medico, la banca, e la parrucchiera o il barbiere, la pedicure…

la tavola calda, la biblioteca, e sale, salottini….ricevimenti, animazioni, giardini e mezzi di trasporto…

Ormai ogni persona anziana di Mestre…vorrebbe trascorrere l’ultima parte della vita…

proprio qui: in questo lussuoso Residence, che si chiama “Centro Don Vecchi”,

e che ormai conta ben quattro Strutture attive,

nate grazie all’intuizione del preg.mo Don Armando Trevisiol,

(che non si è fermato e risparmiato davanti ad ogni Istituzione e burocrazia….)

ma  grazie sopratutto, alla straordinaria generosità di facoltosi o semplici cittadini e volontari!

Il “Centro Don Vecchi”…è considerato ormai…- il MIRACOLO -accaduto a Mestre-Venezia!

6 responses to this post.

  1. Questa notizia mi rallegra e fa pensare positivo in un mondo pieno di soffereze e brutture.
    Un saluto carissimo :-)
    Lucia

    Mi piace

    Rispondi

    • Buona domenica Lucia!
      Sai! Anch’io penso che le “Buone Cose” che ci circondano,
      fanno pensare positivo….!!! E fanno vivere nell’ottimismo e nella solidarietà!
      Basta visitare questa Cittadella, per esempio.
      Essa è di tutti e di nessuno.!!
      L’appartamentino assegnato, rimane tuo finchè vivi e sei autosufficiente.
      Poi passa ad un’altro anziano.

      Questa Cittadella offre la casa GRATIS…a chi ha la pensione minima.
      Ma chi PUO’…contribuisce: secondo le sue risorse: -economiche o fisiche –
      Queste RISORSE…grazie a delle scelte di Vita….prendono VITA….!!!
      Non vengono disperse o vanificate!
      Anzi! Rimangono VIVE e UTILI per sempre!

      Questa CITTADELLA è “FRUTTO MATURO” di lasciti e donazioni.
      Di VOLONTARIATO ma anche di SENSO SOCIALE e OTTIMISMO!!!!

      Ma queste SCELTE non sono facili!

      Si lavora e si sacrifica un vita intera…per la propia SICUREZZA e
      quella dei propri cari. Siamo così sfiduciati del prossimo e della storia…
      che ci è difficile immaginare che…la nostra SOSTANZA …- se condivisa
      e unita ad altre -…può diventare GRANDE, FECONDA, ETERNA!

      In questa Cittadella…nessuno sa CHI DONA O RICEVE!
      Perchè CHI DONA, in cuor suo è felice di veder fiorire il suo DONO!
      E chi RICEVE…”fiorisce” di GIOIA E GRATITUDINE!!!

      Nessuno si sente UMILIATO o più IMPORTANTE!!!
      Capire che TUTTI abbiamo bisogno d’essere felici….
      è un salto di QUALITA’ DI VITA…non indifferente!
      Ma capire che è l’UNIONE CHE FA LA FORZA”!!!
      Capire….COSA… veramente scegliere per questo bisogno di FELICITA’….
      forse lo possiamo realizzare solo alla “fine” della Vita!!!

      Sai Lucia! Ho visto “lasciare questa vita”….tantissime persone.
      Ma sai CHI l’ha lasciata serenamente???
      CHI si è preparato a “LASCIARE”!
      CHI…diventato “GRANDE”….ha avuto l’intuizione di farsi “PICCOLO”!!
      CHI si è speso, affidato e non ha avuto PAURA!!!!

      Un affettuoso abbraccio!
      Nives

      Mi piace

      Rispondi

  2. Ma è tutto vero?Sembra un sogno .Per fortuna che in Italia ci sono anche cose che funzionano grazie a tante persone splendide.Siete molto fortunati ad avere questo tipo di strotture,qui’ da noi le rette per le case di riposo hanno cifre da capogiro.Ciao cara Nives

    Mi piace

    Rispondi

    • Anche qui le rette delle Case di Riposo hanno cifre impossibili!
      Per questo chi è “anziano” si sente triste, inutile e “di peso” ai figli o alla società!
      Le spese sostenute per il buon funzionamento di queste Strutture Sociali…
      sono esorbitanti….ed oggi, che non ci son risorse, diventa impossibile
      addiritura ad essere accolti….(se non si contribuisce vistosamente, a queste spese).

      E chi non può? dove va? cosa fa?
      E se non ha figli? fratelli? risorse fisiche?
      E come si sente?

      Questo è il caso della zia Genoveffa…che ha avuto la fortuna
      di abitare a MESTRE-VENEZIA!!

      Buona domenica Mariella!

      Mi piace

      Rispondi

  3. Posted by in fondo al cuore on 20 gennaio 2012 at 21:54

    fantastico posto….davvero un esempio! :)

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: