Timo e Serpillo

“La generosa famiglia delle Labiate, non contenta di averci offerto la salvia, la melissa, il rosmario, la menta, la santoreggia, il lamio e tante altre erbe gioiose e dispensatrici di salute, vuol ancora darci il timo e il serpillo. E’ proprio il caso di soffermarci ad ammirare queste due piccole meraviglie delle radure, dei prati e delle macchie baciate dal sole, dalle foglie lanceolate spruzzate di polvere argentea e dai fiorellini raccolti in delicate infiorescenze, timidamente rosei o lilla pallido. ….Lasciandomi andare alla fantasia, li considero erbe da Paradiso Terrestre, ed ho la fuggevole illusione che forse, dopotutto, Adamo ed Eva,non si sono lasciati turlupinare da quel malfamato pomo che avrebbe procurato tanti dispiaceri e che viviamo ancora nel giardino dell’Eden….

  Il Serpillo (chiamato anche timo selvatico, timo rosso, timo bastardo, pepolini, sermollino, tè delle pastorelle) fiorisce in quasi tutta Europa dalla primavera all’autunno, secondo le zone. Coglietelo quando è maggiormente profumato e fatelo essiccare a mazzetti, appesi in locali ben ventilati.

  Il vero timo (detto anche timo comune) ha abitudini più meridionali ed ha bisogno di sole per far sbocciare in estate i delizioso fiorellini; li coglierete durante le vostre passeggiate e li farete essiccare a mazzetti.

Gli antichi già conoscevano bene queste due erbe, del resto molto affini tra loro anche se alquanto diverse d’aspetto. Teofrasto e Dioscoride, in Grecia, le dicevano benefiche per calmare le convulsioni, lenire infiammazioni al fegato e all’intestino, sedare tutti gli spasmi, ecc….Nei suoi Capitolari, Carlo Magno ne decretava la coltivazione; è un vero peccato che i nostri governi moderni non legiferino in favore di questi doni della natura: molte epidemie si sarebbero risparmiate, e, con loro, tutte le gravose conseguenze per la società che esse comportano.

 

  Il timo e il serpillo hanno le stesse virtù; sono più accentuate nel timo. Sono stimolanti e tonici, quindi indicati per gli organismi indeboliti, le astenie del sistema nerveso (nevrastenia, esaurimento, apatia, e mancanza di “ripresa”) come pure per le disfunzioni del sistema circolatorio (vertigini, emicranie, ronzii alle orecchie, ecc). Fanno bene allo stomaco e al tutto il sistema digerente: questo dovrebbe persuaderci a farne largo consumo in cucina (nelle salse, nelle minestre e per condire le carni) Sono diuretici e indicati per rematismi e gotta. Curano tutti gli incovenienti dell’apparato respiratorio. La mia lunga esperienza di fitoterapeuta mi ha insegnato che la virtù principale del Timo e del Serpillo è quella di essere fortemente antisettici. ” (Maurice Mességué)

5 responses to this post.

  1. Grazie Nives, la natura è una miniera inesauribile di Tesori
    Ti abbraccio
    Gina

    Mi piace

    Rispondi

  2. Posted by in fondo al cuore on 30 agosto 2012 at 16:47

    Molto interessante, credo possa servire un pò a tutti di questi tempi……un abbraccio cara Nives!

    Mi piace

    Rispondi

  3. Credo proprio di averne bisogno! :)

    Mi piace

    Rispondi

    • Il mio giardino, in questi giorni di caldo sole e qualche acquazzone…profuma di timo, maggiorana, salvia, basilico. Purtroppo queste piante, non godono solo delle visite della sottoscritta, di Anita e Niccolò, Artù e farfalle….Pure le api e le vespe, sono fortemente attirate, dalla profusione dei loro aromi.
      Devo presto provvedere a raccogliele in mazzetti.

      Se vuoi, cara Diemme, te ne spedisco qualcuno!

      Ciao!

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: