Partono

“Molte rondini erano partite; altre partivano. Eravamo giunti in tempo per salutare l’ultimo stormo. Tutti i nidi erano abbandonati, vacui, esamini. Qualcuno era infranto e sugli avanzi della creta tremolava qualche penna esile. L’ultimo stormo era adunato sul tetto lungo le gronde e aspettava ancora qualche compagna dispersa. Le migratrici stavano in fila sull’orlo del canale, talune rivolte col becco, altre col dorso, per modo che le piccole code forcute e i piccoli petti candidi si alternavano. E così, aspettando, gettavano nell’aria calma i richiami. E di tratto in tratto, a due a tre, giungevano le compagne in ritardo. Come sollevato da un colpo di vento subitaneo, da una raffica, lo stormo si levò con un gran frullo d’ali, rimase un istante a perpendicolo sulla casa: poi, senza incertezze, si mise compatto in viaggio, s’allontanò, si dileguò, disparve.” (Gabriele d’Annunzio)

Stamattina ho aperto il balcone quando faceva ancora buio, a causa di uno strano rumore che non riuscivo ad identificare. Con grande meraviglia, ho visto l’ulivo del mio giardino, letteralmente vestito con un’ insolito abito svolazzante. Un grande stormo di piccole ballerine bianche, si erano radunate sui rami folti di verdi foglie. Cinguettavano e svolazzavano allegramente…come spinte da un’ inefrenabile vivacità. Sono rimaste sull’albero il tempo necessario ai preparativi, poi, improvvisamente, nel mio giardino è rimasto un gran silenzio e grande vuoto. Sembravano venute a portare un messaggio e a lasciare…un dolcissimo ricordo.

8 responses to this post.

  1. Ciao Nives ho la fortuna di vivere ancora a contatto con la natura e capita anche a me di vedere stormi di uccelli pronti per partire ,vedo le rondini quando si radunano per la partenza anche se non sono più cosi’tante come una volta .Da noi si è cominciato a notare uccelli che tanti anni fa era impensabilevedere tipo le gazze ladre ,tortorelle , che sia per il clima che sta cambiando oppure perchè il verde si sta riducendo e non trovano più molto cibo?Non lo so .Comunque non tutti hanno la fortuna di svegliarsi con il cinguettio degli uccellini sui rami . Ti auguro una buona domenica

    Mi piace

    Rispondi

    • E’ vero Mariella, davvero siamo fortunate, se possiamo permetterci di vivere a contatto con la Natura, e godere dello stupore semplice che ci offre!
      Pensa che…circa un mese fa, sempre di mattina, guardavo dalla finestra sorseggiando il mio caffettino…quando un pettirosso, si è avvicinato saltellando…. e … guardandomi coi suoi vispi occhietti, sembrava chiedermi di entrare in casa.
      Purtroppo, questa volta è volato via ma…la prossima chissà…!?

      Un festoso abbraccio

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

  2. Posted by in fondo al cuore on 24 novembre 2012 at 12:45

    e sì, molte specie se ne vanno in cerca di climi più caldi….e altre invece restano a fari compagnia….buon fine settimana cara Nives, un abbraccio!

    Mi piace

    Rispondi

    • La “ballerina bianca” è un uccellino che vedevo spesso sulle Dolomiti. Infatti, mio genero, esperto intenditore di animali, dice che lo stormo che ha sostato sul mio ulivo, certamente proveniva dal nord, e stava migrando verso paesi più caldi.

      Ciao Silvia…felice domenica!

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

  3. Bella testimonianza sia nelle parole del Poeta che nella Tua descrizione di un momento
    bello e toccante

    Grazie, cara Nives
    Un abbraccio di buona domenica
    Sentimental

    Mi piace

    Rispondi

  4. Posted by accantoalcamino on 24 novembre 2012 at 11:09

    Che bello Nives, anch’io stamane all’alba ho sentito il solito cinguettio di primavera ma siamo in autunno e mi sono stupita, buon fine settimana :-) ♥

    Mi piace

    Rispondi

    • Oh Libera…Ti svegli all’alba..? Che bello…io amo l’alba! Quì al borgo, il mio balcone … è il primo ad aprirsi!!! Pensa che ieri mattina, guardando verso Est…ho visto il cielo blù che sembrava vestito di drappi viola e rosa! Una meraviglia! Stamattina però, c’era così tanta nebbia, che non vedevo la casa accanto.

      Gli uccelli che normalmente sento cinguettare in questa stagione, sono i merli e le gazze. Anche passeri e pettirossi. Ma, a qualche chilometro, c’è un’Oasi Naturale…dove spesso mi soffermo a osservare aironi, gazzette, gabbiani…persino cicogne!

      Una felice domenica

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: