Archive for ottobre 2013

Non vivere di foto ingiallite

ricordi

“Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,

i capelli diventano bianchi.

i giorni si trasformano in anni…

Però ciò che è importante non cambia;

forza e convinzione

la tua forza e la tua convinzione non hanno età.

Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.

Dietro ogni linea di arrivo c’è un’altra delusione.

giocare a sognare

Fino a quando sei viva, sentiti viva

Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.

il ferro che c'è in te

Non vivere di foto ingiallite….insisti

anche se tutti si aspettano che abbandoni.

Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te.

canta la vita

Fa in modo che invece che compassione,

ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni non potrai correre,

cammina veloce.

camminare veloce

Quando non potrai camminare veloce, cammina.

Quando non potrai camminare, usa il bastone.

Però non trattenerti mai!!!”

(Madre Teresa di Calcutta)

non trattenersi mai!

Rinascimento

FORZA CARI AMICI…CONTINUIAMO A SPERARE, qualunque siano le nostre fatiche.

La fede ci dice che…”DIETRO AD OGNI NUVOLA CE’ SEMPRE IL SOLE!”

CORAGGIO, curiamo l’amore…raccogliamo fiori di dono e speranza,

perchè arriva sempre e…per chiunque, il grande momento della gioia pura.

Perdonate la momentanea assenza da questo mio spazio web…

purtroppo, la corsa verso gli Ospedali, sembra….una maratona che non finisce mai!

A “Ci vuole un fiore” ho affidato il cuore che….sempre accoglierà la Vostra

gradita Compagnia e Amicizia.

A presto!

Nives

Beato il bambino

primo sorriso

Beato il bambino che inizia la vita incontrando un sorriso.

tanto amore

Beato il bambino che ha più attenzioni dell’auto pulita.

bimbo e cellulare

Beato il bambino che è circondato da tanto amore più che tante cose.

bimba e papà

Beato il bambino che non è guastato da eccesso di facilità.

capricci

eccesso di facilità

Beato il bambino che non è ubriacato dalla televisione e dalla pubblicità.

giocare in giardino

gioco libero

Beato il bambino che non è “asfissiato” ma può andare a giocare in cortile.

giocare in giardino

Beato il bambino che non è obbligato a leggere a tre anni, a ballare a quattro, a suonare a cinque, a essere campione a sei.

bambino prodigio

Beato il bambino che può essere un bambino.

grande troppo presto

Beato il bambino che può vivere e giocare da bambino.

gioco libero

giocare in giardino

Beato il bambino che si sente sussurrare alla sera prima di addormentarsi e al mattino al risveglio:

preghiera e affido

“Amore mio ti affido al buon Dio”

la notte


UNA SERENA NOTTE ALLE PERSONE CHE SOFFRONO PER AMORE!

Il fiume Sile

DA QUESTO PARADISO TERRESTRE…GIUNGA AGLI AMICI UN CARO SALUTO.

GIUSEPPE VERDI

Giuseppe Verdi bambino

C’era una volta un umile contadinello che, dotato di una tenace volontà, di una costanza a tutta prova, di un grande genio e di un gran cuore, riuscì a conquistare l’ammirazione e l’affetto del mondo intero.

Giuseppe Verdi bambino 2

Ogni italiano si sente orgoglioso, pensando che Giuseppe Verdi fu un figlio di questa terra benedetta, che da qui profuse nel mondo le sue pure, ardenti, indimenticabili melodie.

Verdi nacque a Roncole presso Busseto (Parma) il 10 Ottobre 1813 e morì a Milano nel 1901. Compose numerose opere tra le quali il “Nabucco”, il “Trovatore”, la “Traviata”, l'”Aida”, e l'”Otello”.

Giuseppe Verdi

Molte sue opere sono ispirate a un grande amore patrio. Nel Nabucco, per esempio, il coro cantava: “O mia patria, si bella e perduta” e gli italiani, ascoltando quelle parole, pensavano alla loro patria oppressa, e dal dolore presente trovavano la forza di lottare per la libertà di Italia.

Giuseppe Verdi

Verdi fu il più grande musicista italiano dell’Ottocento.

487 bambini

PICCOLE VITTIME DELLA DIGA PIU ALTA DEL MONDO

Sono passati 50 anni da quell’immane tragedia, accaduta a pochi chilometri da casa mia.

Avevo 13 anni e il fratellino più piccolo appena 3 mesi.

Un mese fa siamo tornati sulla DIGA diventata monumento.

 Un silenzio irreale avvolge ogni cosa.

innocente vittima

Stringe il cuore e immobilizza.

i bimbi innocenti

Tanti fazzollettini colorati sembrano tenersi per mano.

Fanno girotondo accanto all’OPERA UMANA PIU’ GRADIOSA….

sopravvissuta intatta

alla forza devastatrice dell’APOCALISSE!

bimbo non nato

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: