Il giorno più bello

11.12.13

sposi 1

ENRICO & ILARIA

fedi nuziali

Sposi

Commossa e felice annuncio il Matrimonio di due splendidi ragazzi,

veramente innamorati della Vita.

Amano l’avventura, non temono le difficoltà, 

ma sopratutto sanno fare Coppia!

Sanno discernere, gestire le emozioni, vivere l’Amicizia.

Hanno scelto l’intero Pianeta come Casa.

E i loro Amici giungono da tutto il mondo per la grande  Festa.

Italiani, Indiani, Australiani, Americani, Giapponesi, Europei, Arabi….ecc…

Giungono a festeggiare la nascita di una nuova Famiglia.

L’Atto o il Patto sarà Civile

perché si sentono parte di una grande Civiltà…

…sopratutto quella dell’AMORE.

sposi

20 pensieri riguardo “Il giorno più bello

  1. Allora tanti auguri a Enrico e Ilaria, che si per loro il giorno più bello, e un’amore infinito… vi abbraccio Pif

    "Mi piace"

    1. Cara Pif, gli Auguri Tuoi sono tanto graditi, perché provengono da una Creatura della vita, che conosce il vero amore!!! Mille grazie da tutti noi, sopratutto dagli Sposi e… un grande abbraccio!

      Nives

      "Mi piace"

    1. Benvenuta in questo Blog cara Verena. E’ bello averTi fra noi….per festeggiare insieme questi eccezionali giovani…venuti da tanto lontano per festeggiare con i famigliari e gli amici… la gioia di essere SPOSI!

      Felice giorno.

      Nives

      "Mi piace"

  2. Fortunati loro … e giustamente orgogliosi i Genitori, per averli aiutati a crescere sani e sognanti, rispettando le loro “proprie scelte” e non facendo mai mancargli il giusto affetto !
    Dunque AUGURI AGLI SPOSI … e …. ehm …. posso baciare la @Mamma dello Sposo ??? 😀

    "Mi piace"

    1. E’ vero caro Cavalieerrante, come genitori rispettiamo le “libere scelte” dei nostri figli. Il Poeta Gibran giustamente dice che: “I figli non sono i nostri figli, ma sono i figli della Vita”…. Noi siamo convinti che i figli sono magnifici doni per un’eccezionale esperienza, per un’opportunità unica, che ci viene offerta per la realizzazione personale, e per la naturale gioia di vederli crescere. Ma i figli appartengono a se stessi e alla Vita.
      Sarà compito della Vita riempire quei vuoti lasciati da noi. Sarà la loro volontà e determinazione a spingerli a prodigarsi per sanare eventuali ferite, e stimolare risorse nuove per il proprio divenire.
      Noi genitori non siamo perfetti, anzi, purtroppo spesso infondiamo ansie e insicurezze, tratteniamo, freniamo, soffochiamo i nostri stessi germogli. …spesso convinti che spianiamo la strada ed è per il loro bene.
      Consapevoli di tutti i nostri limiti e di questo pericolo, e nello stesso momento, pronti e desiderosi di veder sbocciare le preziose novità racchiuse nell’ essenza dei nostri figli,…………sì @ Bruno, “soffiamo sulle loro ali”, sopratutto quando indugiano per noi, e gioiamo…se possono volare alto!

      Dal nostro nido “vuoto”.. fremiamo, aspettiamo…rimaniamo pronti ad accogliere, ascoltare, fare spazio e crescere ancora con loro…ma se e quando lo vorranno!
      Con le tecnologie di oggi, possiamo vederci e sentirci ogni giorno e da ogni luogo, possiamo giungere ed esserci in brevissimo tempo, per ogni evenienza.
      Questo sentire è per noi forza e per loro sicurezza…è pensiero fermo che non teme il vento forte e..nemmeno saette e fulmini!
      Naturalmente finché…il Signore lo vorrà!

      Caro Cavalieerrante, è molto gradito alla mamma dello Sposo… l’affettuoso abbraccio e bacio che.. spontaneo giunge dalla reciproca amicizia e stima!
      Questa Mamma Ti ringrazia di vero cuore, per i sentiti AUGURI AGLI SPOSI!!!

      Nives

      "Mi piace"

      1. E’ già accaduto, @Nives cara …. ed accadrà sempre questa felicità agro-dolce, quando un figlio/una figlia lascia la “nostra” casa per andare a vivere nella “sua” casa … che non è – e non deve essere ! – la nostra nuova casa … anche se ci abitiamo col cuore .
        Ci resta quella stanza che nostro figlio/nostra figlia occupò un tempo che ci appare anni luce lontano ormai, ci restano quegli oggetti ed arredi che egli/ella amò e forse ama ancora … ci restano i ricordi legati alla sua crescita, ci restano le ansie che ci tormentarono e che ora non hanno più un senso, ci restano i rimpianti per averlo perduto/perduta …. ed infine ci resta la consapevolezza di non averli, in realtà, mai persi e che noi, pur genitori limitati e talvolta disattenti, fummo archi il più efficaci possibili … non ostante tutto !!! 🙂

        "Mi piace"

  3. Auguriiiiiiiiiii infiniti di cuore. L’amore vero che si portano reciprocamente li terrà al riparo dalle inevitabili difficoltà della vita che sapranno affrontare con coraggio.
    Ciao Nives, per te sono giorni di felicità e gioisco con te.

    "Mi piace"

    1. Grazie Amica cara per la Tua fede nell’amore e la partecipazione alla gioia.
      Credo anch’io che al Signore importi sopratutto la VOLONTA’ di amare, sempre e comunque!
      Io mi sento tranquilla anche se in Australia, ENRICO E ILARIA non avranno famigliari vicini. ll loro AMORE infatti, sembra testimoniare alla grande, questa ferma VOLONTA’.
      E’ un Amore che sembra benedetto. fin dal suo sbocciare.
      Ciao Lucetta, Ti sento vicina. Un abbraccione.

      Nives

      "Mi piace"

      1. OGGI IL GRAN GIORNO!!!!!! PORTO QUESTI SPOSI NEL CUORE E NELLA PREGHIERA!!!!! NON TI COMMUOVERE TROPPO…..e CHE LE TUE LACRIME SIANO DI GIOIA!!!!

        "Mi piace"

      2. E’ stato impossibile non commuoversi…amica carissima!
        Sopratutto al momento solenne delle reciproche PROMESSE!
        Cento e venti persone accanto al tepore di un caminetto acceso…nella sala d’un Convento immerso nella Pianura sterminata, nebbiosa e fredda….eppure verde di nuovi germogli, Colonne, pietre, affreschi antichi colmi di storia e preghiera.Tappeti, divani, candele, fiori, violini, affetto,applausi, agli SPOSI che si tenevano per mano e,guardandosi negli occhi, pronunciavano e ufficializzavano il loro…tenero AMORE.
        Vedessi Lucetta quanto erano belli, originali e veri!!!
        Sono sicura che c’era anche il Signore a sorridere e benedirli!!!
        Un bacio

        Nives

        "Mi piace"

    1. Carissima Marirò, sono loro che si descrivano! Io non faccio che “cassa di risonanza”!
      Ascolta questo brano di NAZIM HIKMET, l’hanno scelto per il loro GIORNO PIU’ BELLO, come “corona” alle loro PROMESSE!

      “Il più bello dei mari
      è quello che non navigammo.
      Il più bello dei nostri figli
      non è ancora cresciuto.
      I più belli dei nostri giorni
      non li abbiamo ancora vissuti.
      E quello
      che vorrei dirti di più bello
      non te l’ho ancora detto.”

      Grazie di cuore amica mia, per l’affettuosa partecipazione!!!

      Nives

      "Mi piace"

I commenti sono chiusi.