Attaccamento

“Se un giorno andassi sulla Luna ma al ritorno…

non avessi qualcuno per raccontare,

che ci vado a fare?”

(Isahak Nyuton)

Cari Amici, domani non parto per la Luna…ma ritorno alla Pieve di Romena!

Non Vi preoccupate…tornerò carica di cose belle anche per Voi!

A martedì!

Nives

7 responses to this post.

  1. […] da: https://civuoleunfiore.wordpress.com/2014/04/26/attaccamento Non capisco il titolo, ma mi ha colpito la frase di Isahak Nyuton (cha ai miei tempi si scriveva […]

    Mi piace

    Rispondi

    • Ciao http://gravatar.com/sognatorefallito : Marco, non sapevo che eri Tu il “Sognatore Fallito”! Comunque Ti ringrazio per il nuovo commento, al quale rispondo volentieri. Con il titolo “ATTACCAMENTO”…ho voluto sottolineare nel Post, l’importanza dell’affettuoso legame tra le persone, che rimane nel cuore sempre e ovunque.
      Conosci i dialoghi del “Piccolo Principe con la volpe?” I ricordi del… “colore del grano”?
      “I CARE” è attaccamento! “Ti voglio bene” è attaccamento! “Tornerò per te” è attaccamento!…ecc, ecc…

      Con simpatia

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

  2. Pensiero che avevo già in qualche modo dentro di me, già mooolto tempo fa (ma Nyuton m’ha preceduto lo stesso :) ).
    E’ brutto fare ,per esempio, una vacanza da soli e magari divertirsi molto ma con amici conosciuti sul posto e persi altrettanto rapidamente… e alla fine della vacanza non abbiamo nessuno con cui condividere i ricordi.
    Almeno possiamo raccontarli….

    Poi ci sono altri momenti di vita, attimi, che proprio non possono essere raccontati perché non esisteranno le parole. O forse perché non conosciamo nessuno in grado di comprenderle veramente.
    Per intenderci, cito una frase di jim morrison: “La solitudine è ascoltare il vento e non poterlo raccontare a nessuno”

    Mi piace

    Rispondi

    • “ascoltare”… la dolcezza o l’impeto del vento…
      che accarezza o devasta l’intimità profonda…
      l’abisso remoto del cuore…
      dove ognuno è solo:
      pronto, consapevole,accogliente,
      impreparato…estraneo a se stesso.

      Il Vento!…La Vita!
      Che scuote, trasporta, distrugge…
      vibra, bacia, rigenera.
      colma, soffoca, libera….
      il seme, il cuore, l’anima…
      che canta, danza, urla…nella solitudine..

      Come quel fiore…sulla roccia
      che sorride al Cielo
      e al Vento…
      Alla Vita!…
      Ebbro di….gioia, di profumo e colore
      di gusto,fatica e solitudine.

      Caro Marco grazie! Grazie per avermi ricordato il grande Jiim Morrison, e grazie di cuore per bellissimo intervento colmo di Verità!

      Ti auguro una giornata felice!

      Nives

      .

      Mi piace

      Rispondi

  3. Bene, buon soggiorno e……aspetto le cose belle promesse.
    Un abbraccio

    Mi piace

    Rispondi

    • Lucetta cara, che Ti devo dire…!
      La Pieve di ROMENA è definita “IL PORTO DI TERRA”…dove chiunque può sostare, rinfrancarsi…per riprendere il “viaggio” della vita.
      A me sembra tanto il “MONTE TABOR”….dove si sta così bene che…non si vorrebbe mai più lasciare…
      Farò presto un Post…tentando di “decodificare” e condividere, ..le intime risonanze che ho portato con me.

      Ti auguro un felice giorno.

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: