Come un girasole

Girasole

SIMONA ATZORI

“Qual’è l’immagine che più ti rappresenta?

“E’ legata ad un episodio. Un giorno mi sono affacciata dal mio balcone di casa e c’era dell’erba che spuntava tra il cemento. Lo volevamo togliere e la mamma disse: “No è un girasole”. L’abbiamo guardata come se avesse detto una cosa stranissima. Dopo qualche tempo in realtà da lì è spuntato davvero un girasole. E’ spuntato tra le mattonelle del cortile quindi un posto dove i fiori non nascono e aveva messo la sua testa cercando il sole perché il girasole va verso il sole. Allora io mi sono sentita un po’ come quel girasole che è nato un po’ così nella difficoltà, ma che guardando sempre il sole, cercando sempre il sorriso, cercando sempre la vita, va anche oltre le difficoltà che ci sono, per cercare sempre il sole. Il girasole mi ricorda sempre che è davvero bello credere nella vita.”

Simona Atzori è una ballerina di fama internazionale e pittrice di successo. E’ stata ambasciatrice per la danza nel Giubileo del 2000 e protagonista della cerimonia di apertura delle Paraolimpiadi di Torino nel 2006. Nel 2011 è uscito il suo libro “Cosa ti manca per essere felice?” (Mondadori). L’intervista completa a Simona Atzori apparirà nel libro “A regola d’arte”  in uscita a maggio per le Edizioni Romena.

Un bambino di 7 anni disse un giorno: “Simona ha semplicemente le mani più in basso”.

11 responses to this post.

  1. Senza alcun dubbio, Simona, ha una forza in più di noi, la sua Anima
    E pensare, che noi ,ci deprimiamo per un niente
    I Girasoli che nascono e crescono dove non dovrebbero sono i più Belli
    Un caro abbraccio

    Mi piace

    Rispondi

    • Ciao carissima Gina….come va? Mi fa tanto piacere sentirTi e condividere con Te la Testimonianza di vita di Simona: autentico esempio di coraggio e di luce della Sua Anima!
      Un giorno, Massimo Orlandi Le chiese se, nel Suo percorso di vita, è stata sorretta dalla fede. Simona così rispose:
      “Il mio percorso è sempre stato nella fede, ma c’è stato un momento speciale in cui questa fede è sbocciata. E’ stato nel 2000 per il Giubileo: mentre danzavo in una chiesa meravigliosa a Roma, davanti a tanti giovani, mi sono resa conto che con la mia danza stavo pregando. La danza era il mio modo di pregare e di dire grazie al Signore, grazie per avermi dato la vita e di avermela data in questo modo, con queste mani-piedi, grazie per avermi fatto incontrare i miei genitori. Noi ci siamo scelti, senza di loro non sarei assolutamente quella che sono e non li ringrazierò mai abbastanza.”
      Massimo Orlandi chiede ancora a Simona: “C’è stato un periodo durissimo della Tua vita, nel quale oltre alle protesi che stavi sperimentando (per poi abbandonarle in seguito), portavi anche il busto perché c’erano grossi rischi per il Tuo sviluppo…Cosa Ti è rimasto di quella fase?”
      “E’ stato uno dei periodo più difficili della mia vita anche perché ero una ragazzina quindi ero come se tutto mi crollasse in testa. All’epoca avevo anche l’apparecchio per i denti, sembravo un robot. Allora però ho sperimentato una cosa importante: quando siamo dentro un tunnel buio e lungo, se teniamo chiusi gli occhi non possiamo vedere la luce quando arriva; dentro quel tunnel la cosa che mi ripetevo sempre era di non chiudere mai gli occhi e andare avanti sempre con gli occhi aperti perché quando la luce sarebbe arrivata, sarebbe stata la prima cosa che avrei visto e lì avrei capito che il tunnel era finito”.
      Che bella Testimonianza vero Gina?
      SIMONA danza libera, leggera, coraggiosa….verso la luce, verso il sole…come fa il GIRASOLE!

      Ciao dolce Gina!

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

  2. Posted by accantoalcamino on 9 maggio 2014 at 08:28

    A volte penso a quanto siamo sciocchi noi che abbiamo tutto, ma proprio tutto per essere felici, per essere generosi ma non ci basta, non siamo mai contenti.
    Poi ci sono persone straordinarie come queste che ci insegnano la grandezza del dono della vita. Ciao Nives, un abbraccio <3

    Mi piace

    Rispondi

    • La libertà, la fantasia, la creatività sono forze interiori delle persone vere, appassionate, senza maschere. Che non hanno nulla da perdere e rischiano, osano il coraggio di cercare se stessi, il loro cuore, il loro vero volto. Non si lasciano fare dalle circostanze o dagli altri…ma si sforzano, inventano creano nuovi orizzonti, nuove primavere…altre storie.
      Luigi Verdi dice che: “Il coraggio nasce dalla fame.”

      Ciao Libera, Ti abbraccio con affetto.

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

  3. Ho guardato i video e mi chiedo quanta forza di volontà, quanto coraggio occorrono a queste persone per riuscire in così tanto e così bene.
    Chissà quanto duro lavoro c’è dietro! Davvero storie incredibili.
    Segno il suo libro. Sicuramente ci sarà da apprendere.
    Ciao,
    buona serata,
    Marirò

    Mi piace

    Rispondi

    • René Bazin dice .”Il grande coraggio lo si ottiene con un continuo ricominciare. Infatti coraggio è aver paura, ma andare avanti lo stesso.”
      Hai ragione Marirò: “Chissà quanto lavoro c’è dietro”!
      E’ come se queste persone…decidessero ogni giorno…di non far morire mai la speranza!

      Un caro abbraccio

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

  4. La storia di Simona insieme a quella di Nick Vujicic e di tante altre che non conosciamo…sono un esempio di coraggio e forza d’animo incredibili che secondo me sono doni che provengono da Dio. Chi sarebbe capace “di tanto ” se dietro non ci fosse il Signore a sostenerlo? Loro hanno cercato sempre…..il sole, il bello che la vita poteva offrire. Ciao Nives. Un abbraccio.

    Mi piace

    Rispondi

    • E’ vero Lucetta…queste Persone sembrano “attingere” alla Fonte della Vita…per nutrire i talenti, e far della loro vita…un capolavoro!

      Buona notte amica cara!

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

  5. Posted by Rebecca Antolini on 8 maggio 2014 at 08:46

    Persone come Simona ci dovrebbano fare capire che non c’è nessun ostacolo da superare… ci sono tante persone con handycap simile e sono capace a gestire la propria vita, e sopra tutto sono capace di vivere e ti soprendere… cara Nives abbi una felice giornata…tvb Pif

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: