Ritorno a scuola

striscione-viva-la-scuola-colorato-1

“Ritorno alla scuola. M’invita

din…dan…la campana un po’ roca.

Mi sembra d’averla tradita…

Su su, la cartella è già a posto.

scuolabus

Scordato è l’incanto del mare,

scordati gli svaghi d’agosto.

La mamma mi dice: – Su, ometto!

E se anche non parlo, ben sa

che cosa, nel bacio, prometto.

Scuola

Non voglio che accenni, che dica.

Mi sento felice, e la scuola

mi sembra una tenera amica.”

ZIETTA LIU’

insegnanti

12 pensieri riguardo “Ritorno a scuola

    1. Come mai non ti piaceva ….quel “profumo” di matite colorate, quaderni immacolati, testi ricchi di sapienza, di saggezza, di fascino e amore? Per non parlare dei pennini dalle forme più bizzarre…e dell’inchiostro blu o nero che…minacciava di….rovinare tutto o…tutto valorizzare???
      Forse sei stato un bimbo un po’…birichino?

      Ciao caro Quarc!

      Nives

      "Mi piace"

      1. Non è possibile rispondere in tre parole.
        Ci vorrebbe più di un articolo. Posso solo dirti che la scuola è stata per me ostica già dalla quinta elementare; ho sempre sofferto, anche all’Università, ogni volta che dovevo presentarmi a un esame; col senno di poi ho capito di aver avuto insegnanti incompetenti o malvagi… e nessuno che potesse far “apprezzare” la materia.
        Se non fossi stato un po’ birichino… non avrei potuto sopravvivere.
        Buona notte.
        Quarc

        "Mi piace"

  1. La cara zietta Liù!! E’ sempre un piacere leggerla e ascoltarla. Sa di zuppa di latte, di fiocco che non voleva mai stare fermo, di elastico che stringeva i libri, di matite colorate e di mamma che al mattino diceva : -Ora vediamo chi tra noi due arriva prima a scuola!
    Buona settimana 🙂

    Piace a 1 persona

I commenti sono chiusi.