Una candela blù

 PER LA CONSAPEVOLEZZA DELL’AUTISMO

Spasiano_Giada_20150401_185313[1]

https://milesweetdiary.wordpress.com/2016/03/29/2-aprile-giornata-mondiale-dedicata-allautismo-secondo-me/

“Non siamo solo partoriti.

Ogni gesto d’amore

ci rimette al mondo.”

(Paola Nepi)

candele blu

 

Un caro pensiero all’amica CAMILLA,

mamma di FRANCESCO E STEFANO,

splendide creature che ho amato.

Giornata Mondiale sull’autismo

Approfondimento giornata mondiale della consapevolezza dell autismo

 

http://accantoalcaminoblog.org/

Grazie Libera per le bellissime foto che mi hai prestato!

13 responses to this post.

  1. Ho avuto la gioia di seguire alcuni ragazzi autistici dai quali ho imparato davvero molto, mi hanno aperto il cuore con la loro dolcezza … sono molto, molto speciali, per non dire unici !
    Grazie infinite per questo tuo bellissimo post, mia dolce, stimata Nives, e che la nuova settimana che sta per cominciare ti sorrida di letizia e di serenità,
    te lo auguro di vero cuore

    Dany

    Piace a 1 persona

    Rispondi

    • E’ vero Dany, è molto gratificante e anche edificante, vivere accanto a persone speciali!
      Me onorata per essere stata scelta a ricevere l’affetto grande di Stefano e Francesco!

      La SENSIBILIZZAZIONE PER LA CONSAPEVOLEZZA DELL’AUTISMO, cade fatalmente durante il tempo di PASQUA!
      Secondo me questo è molto bello perché, chi è chiamato dalla vita a fare questa esperienza forte, di lotta tra buio e luce…. tra morte e vita….
      sente nel profondo il brivido del dolore, sente tutta la fatica, e il fascino, di un misterioso viaggio verso un gioioso “incontro” di resurrezione!
      Sentimenti propri dei “Giorni della tenerezza” come scrive Angelo Casati, (in un suo Libricino che porta questo titolo).
      “Festa è dare vento alla vita”…scrive ancora!
      E Pablo Neruda scrive: “E’ per rinascere che siamo nati”.

      Cara e sensibile amica Dany, grazie per il dono della tua accoglienza e dolcezza…
      E, se gradisci, abbracciamo insieme le ammirevoli mamme che ogni giorno, ai loro figli, delicatamente sussurrano parole chieste in prestito a Marina Marcolini:

      “Con gli occhi nel sole, a ogni alba io so che rinunciare per te è uguale a fiorire”.

      Nives

      "Mi piace"

      Rispondi

  2. Posted by Silvia on 2 aprile 2016 at 21:16

    Bel post, buona domenica Nives :)

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  3. Che bello Nives, grazie: Milena ne sarà felicissima <3

    Piace a 1 persona

    Rispondi

    • Ciao Libera…ciao Milena!
      Sono io che devo ringraziare Voi per avermi ricordato questo giorno di sensibilizzazione. E per aver risvegliato alla mia memoria tante persone straordinarie, che ho conosciuto e amato, a motivo della patologia dell’autismo.

      Ricordo in particolare STEFANO…
      Quante ninne-nanne sul lettone di mamma e papà!
      Al buio…a guardare i giochi di luce… riflessa sul soffitto!
      Quante capriole sull’erba…e furtivi abbracci…e sfuggevoli baci…

      E poi FRANCESCO, il fratello più grande…
      Lui, a quel tempo, è stato un vero genio del PC!
      Si divertiva ad ingannarmi, a vincermi…a superarmi…

      Ricordo la dolce mamma CAMILLA….instancabile nell’amore, nella dedizione,
      Umile nel chiedere aiuto, determinata nel bussare a tutte le porte!
      Quanto è stata forte!
      Quale coraggio anima una mamma che teme per il futuro dei propri figli!!!
      Il marito era fuori casa tutto il giorno, e lei doveva pensare anche alla serenità
      della figlioletta, di qualche anno più grande, ormai esperta nel prendersi cura dei fratellini!

      Quale esempio, quale scuola di vita…in quella casa!

      E MARIA…mamma di CLAUDIO…
      Attenta e vigile alle piccole reazioni del figlio…
      Il suo sorriso s’illuminava quando, cantando una filastrocca al suo “piccino”,
      incontrava i suoi azzurri occhi che la cercavano!

      Maria cantava:

      “Sei povero “angelletto”
      non semini né mieti,
      ma canti per diletto
      e passi i giorni lieti.
      Augello…chi t’ha dato
      un si felice stato?

      “Al nido e al cibario
      pensa il pietoso Iddio”

      O fiorellin romito
      tesser tu non sai,
      ma come un re vestito
      pomposamente vai.
      Dimmi chi ti dié il manto
      sì bello e ricco tanto?

      “Non filo, né tess’io
      pensa a vestirmi Iddio.”

      Un forte abbraccio a MILENA, che non conosco, ma che mi ha donato l’opportunità di ricordare tanta dolcezza ricevuta.

      Ciao Libera, un bacio!

      Nives

      "Mi piace"

      Rispondi

  4. Posted by Rebecca Antolini on 2 aprile 2016 at 20:10

    Buona domenica… bussi

    Piace a 1 persona

    Rispondi

    • Buongiorno MILENA, è un piacere averti presso questa mia piccola “finestra” sul mondo. Presto mi affaccerò alla tua…e insieme, se ti fa piacere, proveremo a guardare lontano, condividendo le nostre individuali sensibilità.
      Grazie di essere qui!

      Con infinito rispetto, ammirazione e delicatezza, in questa particolare occasione per la CONSAPEVOLEZZA DELL’AUTISMO, desidero dedicarti un canto di Romena, che io amo molto, e desidero esserti accanto, nella speranza di …giorni nuovi!

      “Ti copra la notte di misericordia
      notte di abisso che non si colma.
      Dio che non dorme si affaccia ai volti,
      alle sentinelle con gli occhi stanchi.

      Non chiudere le porte
      alla notte e al vento
      non chiudere le porte mai.
      Non chiudere le porte
      alla notte e al vento
      non chiudere le porte mai.

      A un crocevia mi afferra il vento
      mi getta là dove inizia il senso
      moto che scioglie tutte le mie vele
      spruzza di sale ogni mia fame.

      Non chiudere le porte
      alla notte e al vento
      non chiudere le porte mai.
      Non chiudere le porte
      alla notte e al vento
      non chiudere le porte mai.

      Cerco l’amore nella buia notte
      nelle fenditure delle rocce
      profondità culla di tenerezza
      canto di allodola, luce quanto basta.

      Non chiudere le porte
      alla notte e al vento
      non chiudere le porte mai.
      Non chiudere le porte
      alla notte e al vento
      non chiudere le porte mai.

      Vento imprevedibile e onnipresente
      soffio di Dio che apre le porte
      veglia su te che parti e ritorni
      brezza leggera sui tuoi giorni.

      Non chiudere le porte
      alla notte e al vento
      non chiudere le porte mai.
      Non chiudere le porte
      alla notte e al vento
      non chiudere le porte mai.
      (Luigi Verdi)

      Nives

      Piace a 1 persona

      Rispondi

      • Grazie Nives. È la parola che uso più spesso per esprimere una molteplicità incredibilmente grande di sfumature di affetto, riconoscimento, gratiduine, stima… . Una parola sola, piccola e breve con la quale dire tanto. Grazie per la tua sensibilità e delicatezza.

        Piace a 1 persona

        Rispondi

        • Il poeta Gibran scrisse:

          “La gratitudine è la timida ricchezza
          di chi non possiede nulla.”

          Ecco Milena, sono io a dover ringraziare te.
          Sono io che mi sento onorata della tua speciale
          e preziosa amicizia.

          Un sorriso

          Nives

          Piace a 1 persona

          Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: