Maratoneta

“Per annunciare un mondo altro, l’annunciatore deve essere infinitamente

piccolo, solo così l’annuncio sarà infinitamente grande.”

(Giovanni Vannucci)

Se vivi a caso non ti accorgi di nulla, se sei in cammino sei attento

a quello che succede in mezzo alla strada.

(Luigi Verdi)

 

 

7 responses to this post.

  1. Splendido post, mia cara Nives, come sempre intriso di significati profondi che vanno oltre lo scritto, te ne sono sinceramente grata !!!

    Ti invio un abbraccio dal profondo del cuore augurandoti una serena domenica di primavera

    Dany

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • La maratoneta Emma Morosini si definisce “L’asinello della Madonna”.
      Si sente così piccola e umile ma così leggera, libera, fiduciosa, gioiosa di vivere e cantare che….cammina…cammina…e ama!
      Si affida al “vento”, alla “provvidenza”, ad ogni “incontro”…

      Angelo Casati scrive:

      “Lasciateli
      tronfi a ripetere
      con assoluta
      impassibile certezza
      da case senza finestre
      senza cuore di nomadi
      che la loroè
      è l’unica civiltà del mondo.
      Tu indugia
      e adora ogni cammino.
      Sosta ad ogni torrente
      e tocca il nuovo
      dell’acqua. E canta
      il Dio delle infinite sorgenti.”

      Grazie Daniela, la tua delicatezza e sensibilità è un “fiore” meraviglioso, è un dono di bellezza! Grazie!

      Buona e felice giornata!

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

  2. Cara Nives, il video e una bella testimonianza per i nostri tempi, ti lascio qui il mio abbraccio … bussi Pif <3

    Liked by 1 persona

    Rispondi

    • Condivido Pif, la bella testimonianza del video ci mostra tutta la “forza” della semplicità e della gratitudine.
      Un saluto e un abbraccio anche a te, cara!
      Nives

      Mi piace

      Rispondi

      • si la gratitudine .. quasi ormai dimenticato nel mondo di volere … bussi e grazie anche per questo video me lo guardo più tardi..

        Liked by 1 persona

        Rispondi

        • Penso che il sentimento della gratitudine sia come quello del perdono….cioè sentimenti difficilissimi. Sopratutto per chi è stato ferito dalla vita.
          Luigi Verdi dice che solamente curando e superardo le proprie ferite, (facendole diventare “oro”)…. è possibile sentire nascere nel cuore la pace e il diritto di essere grati e felici.
          Sì Pif, purtroppo esiste anche l’aridità e l’egoismo di menti e cuori perversi…mai sazi e contenti…Esistono persone che non si vogliono bene davvero!
          Sono come la “zizzania tra le spighe di frumento: vanno lasciate crescere, una accanto all’altra (dice Gesù)…affinché non muoiono entrambe.

          Ciao dolce Pif, buona settimana!

          Nives

          Mi piace

          Rispondi

          • Allora la gratitudine devo in prima linea a Dio, lui fin ora non mi ha fatto mancare nulla .. e lo devo ovviamente anche al mio marito che ci finanzia la nostra vita con il suo lavoro..

            .. perciò non potrei chiedere altro per la mia felicità, solo mostrare gratitudine…

            il perdono e fondamentale per la fratellanza … ma anche per me stessa, cosi ho l’anima in pace…

            il rancore porta nulla di bene e danneggia anche la propria salute…

            ti abbraccio carissima Nives… bussi 🌻

            Mi piace

            Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: