Benevolenza mutua

“L’amicizia non è una virtù. E’ un effetto della virtù. Giunge per incoronare chi ha sostenuto una dura battaglia per un nobile ideale. San Tommaso la definisce: “Una benevolenza mutua non latente”. E’ una benevolenza: in quanto suppone un bene nei due amici. Alla base dell’amicizia sta l’amore amichevole. Mutua: scambievole.

L’amicizia impegna gli amici in reciprocità di amore. Non latente: non vive sotto il moggio. Vuole splendere all’aria libera e infinita, alla luce incandescente del sole. Amicizia nel suo significato più alto e proprio non è da confondersi con l’affabilità, che della prima non ha che la sembianza nelle parole e nei fatti.

Il volto autentico dell’amicizia non è neppure quello dell’amicizia utile e dilettevole, la quale porta all’amore di concupiscenza. E’ pura, semplice, candida, sincera, disinteressata, regale.”

(p. Felice Rossetti)

9 responses to this post.

  1. Mia carissima, preziosa amica,
    ti ringrazio di cuore per la bellezza interiore che connota il tuo animo e che rende ogni tuo post così unico !

    Abbracciandoti con affetto ed ammirazione
    ti auguro una piacevole serata d’autunno

    XOXO Dany

    Piace a 1 persona

    Rispondi

    • “Quelli che ti amano non cercano affatto di aggiustarti. Loro ti amano così: rotto.
      (Marco Pozza).
      Ciao dolce Daniela, ricambio di cuore il tuo affettuoso abbraccio.

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

  2. Posted by Silvia on 19 settembre 2017 at 20:39

    Concordo, buona serata :)

    Piace a 1 persona

    Rispondi

  3. Ed è sempre da coltivare e custodire.

    Come stai? Tutto bene? I tuoi nipotini?
    un abbraccio
    Mariro’

    Piace a 1 persona

    Rispondi

    • “Amicizia non è forse sconfinamento? Fuori dei confini della carne, del tuo popolo? Non è questo camminare insieme, andare, fermarsi, essere a fianco?
      E il viaggio non è solo quello fisico. E’ viaggiare nei pensieri, nei sogni, nelle visioni. Ridare colore e intensità all’amicizia significa ridare colore ed intensità all’amicizia comunitaria: significa seminare dinamismi di superamento laddove si vanno consolidando logiche di ghettizzazione, significa seminare dinamismi di gratuità laddove dominanti diventano le logiche della competizione, significa seminare il fascino del volto dell’altro laddove ossessiva è l’assolutezza del proprio volto. E’ nel volto dell’amico infatti che mi è dato di intravvedere una nuova terra che sta oltre la legge del dovere, che risplende del miracolo della libertà. Una terra che sfiora il miracolo di Dio.”
      (Angelo Casati)

      Ciao Marirò, grazie del tuo gentile pensiero.
      Sì, tutto bene e anche i nipotini… grazie al Cielo!
      Ti auguro una felice domenica, un abbraccio!

      Nives

      Mi piace

      Rispondi

  4. EVVIVA L’AMICIZIA!
    Buon pomeriggio.
    Quarc

    Piace a 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: