Rosa

(Da – ELOGIO ALLA BELLEZZA – ritratti di rose – Paolo Focherini Coizzi – Ed. Mondadori)

Durante gli scavi del palazzo di Cnosso, a Creta, l’archeologo inglese sir Arthur Evans portò alla luce i frammenti di alcuni affreschi. In uno di questi, chiamato “L’uccello blu” e conservato nel museo di Heraklion, sono raffigurate alcune rose. Pare si tratti di una delle più antiche raffigurazioni di questo fiore.

Seneca ci racconta che per una delle su feste Nerone, appassionato cultore di rose, pagò una tonnellata d’oro per un carico di petali proveniente dall’Egitto.

“Torna a fiorir la rosa

che pur dianzi languìa;

e molle si riposa

sopra i gigli di pria.

Brillano le pupille

di vivaci scintille.”

(Giuseppe Parini, L’EDUCAZIONE, vv. 1-6)

L’imperatore Eliogabalo (204-222 d.C.), noto per la sua eccentricità, amava dare feste sontuose e sorprendere gli invitati con effetti spettacolari. Da aperture nascoste situate nei soffitti dei suoi saloni faceva scendere all’improvviso sugli ospiti stupefatti una cascata di petali di rosa.

Nell’Illiade e nell’Odissea ricorre l’immagine poetica di Eos, la personificazione dell’aurora, che con “dita di rosa” tinge le prime luci del giorno, aprendo le porte del cielo al carro del Sole.

“Questi soavi fiori,

queste erbe e queste novelle rose,

pur or colte da ‘namorata mano

e ‘n ghirlanda poi dolcissimamente legate,

al crin biondo sopra, Lice candida,

ponle, ed adorna

lor di vaghezza tua, te di vaghezza loro.”

(Claudio Tolomei, A LICE )

Secondo la leggenda tramandata da Erodoto, il favoloso re Mida, che trasformava in oro tutto ciò che toccava, coltivava nel suo giardino rose con sessanta petali e dal profumo intensissimo.

La tragica leggenda di Adone, il bellissimo fanciullo amato da Afrodite, si intreccia con la storia della rosa. Ferito mortalmente da un cinghiale aizzatogli contro dal geloso Ares, il giovane fu soccorso, dalla dea che, puntasi un piede con una spina, con il suo sangue colorò di rosso i candidi petali delle rose.

Le più antiche testimonianze scritte sulle rose sono state scoperte a Ur, in Caldea, nelle tombe reali.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.