La porta stretta

Dal Vangelo di Luca

“In quel tempo, Gesù passava per città e villaggi, insegnando, mentre era in cammino verso Gerusalemme. Un tale gli chiese: “Signore, sono pochi quelli che si salvano?”
Rispose: “Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, vi dico, cercheranno di entrarvi ma non ci riusciranno. Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: “Signore, aprici. Ma egli vi risponderà: Non vi conosco, non so di dove siete. Allora comincerete a dire: Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze. Ma egli dichiarerà: Vi dico che non so di dove siete. Allontanatevi da me voi tutti operatori d’iniquità! Là ci sarà pianto e stridore di denti, quando vedrete Abramo, Isacco, e Giacobbe e tutti i Profeti nel Regno di Dio, e voi cacciati fuori. Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel Regno di Dio. Ed ecco, ci sono alcuni tra gli ultimi che saranno i primi e alcuni tra i primi che saranno ultimi.”

Omelia di don LUIGI VERDI

“Il Vangelo ci parla dei primi e degli ultimi. Ci parla di umiltà, di continuare ad imparare sempre, da tutti. Ci dice di – non fermare il vento – Questa è la grande umiltà. Di non trattenere…….E’ una grande umiltà quella di avere il coraggio di non fermare il vento. L’altra cosa è di non chinare la testa in terra, ma di alzare gli occhi al Cielo, perché l’umiltà non è chinare la testa ma umiltà è guardare il Cielo e sentire che siamo solo un punto nell’Universo. L’umiltà di piangere…di sentire tutta la densità della vita. L’umiltà di pensare che la luce può venire da lontano. Non siamo solo noi i possessori della verità. Imparare da tutti. Venerare il patire di ognuno. L’umiltà è partire e restare umili. Molti partono umili, il problema è rimanere umili….Avere gli occhi di Dio. L’umiltà è rarissima da trovare perché stare nel mondo non è per dominarlo, ma per viverci dentro. Essere parte dell’Universo e avere la lingua dell’Universo…..Umiltà è non possedere nulla ma sentirci responsabili di tutto.


PREGHIERA

“Verrà un’alba in cui una vita travagliata o disprezzata e calunniata, invece di indurire il cuore, si abbandoni alla Provvidenza.
Verrà un giorno un’alba in cui siano l’umiltà e la mitezza ad accogliere, e la semplicità a disarmare. Verrà un’alba in cui delicatezza e dignità, semplicità e dolcezza si avvicinano al prossimo.
Verrà un’alba in cui come il sole posa sulla montagna e la montagna sul mare, la pace si posi nei cuori e gli occhi sulla speranza.
Verrà un’alba in cui finisca davvero la notte e si possa spegnere la lampada fumigante perché sia accesa la luce di un nuovo giorno.”

“…..Chiunque si avvicina a Dio in Spirito e Verità, lo troverà. Le condizioni per incontrare Dio sono: Avere il cuore aperto e non chiuso. Accogliere lo Spirito ed essere sinceri.

Sì, Dio si fa trovare da tutti e le sole condizioni sono la sincerità e l’umiltà.”

Don Luigi Verdi


Dalla Via della Resurrezione – Fraternità di Romena – Arezzo –

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.