Api e miele

“Nutrirsi di miele è come alimentarsi di fiori, ma il miele è sopratutto un alimento prezioso peer la salute. Vediamone la “carta d’identità biochimica”: suggendo i vari tipi di nettare, le api ottengono per trasformazione nel loro apposito apparato ghiandolare zuccheri semplici; levulosio, mannite, sostanza blandamente lassativa. Proteine,cioè sostanze plastiche per eccellenza. Resine e sostanze gommose. Minerali: calcio, ferro, fosforo, magnesio, silicio, potassio. Enzimi (diastasi). Persino un antibiotico chiamato inibina.  Una cucchiaiata di buon miele non sofisticato con additivi, assicura all’organismo all’incirca 200 calorie. Il che significa che 4 o 5 cucchiai danno lo stesso apporto calorico di un litro di latte o di una bistecca. Lo Sports College of Canada, considera il miele miglior prodotto energetico per lo sportivo attivo: due cucchiai prima della gara migliorano le performances dell’atleta. Il miele insomma, come antifatica muscolare. Il direttore dell’Istituto di Maternità del New Jersey impiega correntemente latte con miele nelle razioni alimentari destinate ai bambini. Ma esistono anche precise indicazioni medicamentose del miele.” Da (Perché il miele fa bene) Milano 1968, p. 3.

API E AGRICOLTURA …DA SALVARE!

ape

Differenza

ciliegio in fiore

“Non fa nessuna differenza – fuori –

le stagioni – si corrispondono – uguali –

le mattine sbocciano in mezzogiorno –

e spaccano i loro fiammeggianti baccelli –

lamponi di bosco

Fiori selvatici – ardono nei boschi –

i ruscelli sbattono – tutto il giorno –

Nessun merlo modera il banjo –

per il Calvario che passa –

calvario che passa

Autodafé – e Giudizio –

non sono nulla per l’ape –

la sua separazione dalla rosa –

per lei è la somma tragedia –

ape sulle rose

(Emily Dickinson)