Posts Tagged ‘aurora’

Madonna di Lourdes

Ave Vergine Maria

“Santa Maria, madre tenera e forte,

nostra compagna di viaggio sulle strade della vita,

ogni volta che contempliamo

le grandi cose che l’Onnipotente ha fatto in te,

proviamo una così viva malinconia

per le nostre lentezza,

che sentiamo il bisogno di allungare il passo

per camminarti vicino.

Asseconda, pertanto, il nostro desiderio

di prenderti per mano,

e accelera le nostre cadenze di camminatori

un po’ stanchi.

Santa Maria, vergine del mattino,

donaci la gioia di intuire,

pur tra le tante foschie dell’aurora,

le speranze del giorno nuovo.

Ispiraci parole di coraggio.

Non farci tremare la voce quando,

a dispetto di tante cattiverie e di tanti peccati

che invecchiano il mondo,

osiamo annunciare che verranno tempi migliori.

Non permettere

che sulle nostre labbra il lamento prevalga

mai sullo stupore,

che lo sconforto sovrasti l’operosità,

che lo scetticismo schiacci l’entusiasmo,

e che la presenza del passato,

ci impedisca di far credito sul futuro.

Santa Maria, donna della purezza cristallina,

aiutaci a comprendere che additare

le gemme

che spuntano sui rami

vale più che piangere sulle foglie che cadono.

E infondici la sicurezza di chi già vede

l’oriente incendiarsi ai primi raggi del sole.”

(Don Tonino Bello)

Alba

“Teneramente l’eternità

nutre la vita,

donando la luce di un’alba intatta

ai primi occhi che la guardano”

(Luigi Verdi)

La signora del Vajolet

IN QUESTO MOMENTO VORREI ESSERE

LA SIGNORA DEL VAJOLET

PER “TOCCARE” IL PARADISO!

Canta la vita…

….colma di gioia…

FELICISSIMO COMPLEANNO!!!

PICCOLA   A N I T A!

Angelo della speranza

ALLA CARA ZIA GENOVEFFA…

….E A TUTTI GLI AMMALATI RICOVERATI NEGLI OSPEDALI…

AUGURO  UNA SERENA NOTTE E…UNA PRONTA GUARIGIONE!

Il pesco e la viola

“Ancora è freddo, ancora

luccica sulle vette

la neve, e il pesco mette

le gemme e s’infiora.

E’ tutto brullo intorno

l’orto, ma il pesco pare

voglia consolare

questo pallido giorno,

e dice a una viola

ch’ora gli è sorta ai piedi:

– Primavera non vedi?,

torna, ma è troppo sola.

Torna, ma cerca ancora

la sua splendida corte;

si sentirà più forte

alla prossima aurora. –

E l’umile sorella

si racchiude in se stessa

poi che, essendo dimessa,

non sa d’esser bella,

e a uno sbuffo del vento

ancor umido e fresco

i petali del pesco

cadono a cento a cento.”

(MARINO MORETTI)

la Befana

Quanta magia e stranezza in questa….  notte!

L’attesa della Befana mi provocava un grande batticuore…

Un’atmosfera misteriosa, inquietante eppure dolcissima

sul volto di mamma, sui preparativi, sul camino di casa!

Con le sorelline preparavo le calze da appendere al camino…

i vestiti in ordine piegati sulla sedia,

e le scarpe lucidate a puntino.

Scrivevamo una letterina di Buoni propositi e di Auguri

di buona salute e felicità per tutti i bambini del mondo!

E sulla nostra firma…lasciavamo un bacio!

Si preparava la tavola con la tovaglia più bella,

i fiori, la candela, il vino buono, salame e dolcetti preparati con le nostre mani.

Il babbo ci guardava e sorrideva soddisfatto.

Subito dopo la cena, incoraggiavo le sorelline a nasconderci sotto le coperte…

e dormire se era possibile…così veniva presto giorno!

Chissà quanti regali, dolci, cose strane…provenienti da Paesi lontani,

avremmo trovato con l’arrivo della rosea e gelata aurora!!!

Quanti rumori strani in quella notte! E quella luce sconosciuta che filtrava

dalla porta socchiusa. L’ombra che vagava, gli scricchiolii delle carte argentate…

E quel timore di vederla…se decideva di venir a salutarci e abbracciarci!

Quanti dolci ricordi…di questa notte fatata!

E quanta gioia e meraviglia il mattino successivo!

La casa gelida si riempiva di gridi, salti, corse a piedi nudi…

confusione sopra e sotto le coperte…

Mamma e papà….stranamente, ci guardavano e tacevano…!!!

Auguri di Felice Epifania a tutti gli Innocenti del Mondo,

 agli Amici e Famigliari carissimi!

Nives

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: