Erica

erica

“O Erica, semplice creatura del bosco profondo e muschioso,

erica

macchiato di sole e d’ombra, fremente di mille parole non dette,

sospese tra i rami; passando in stretto sentiero, ti vidi, ti colsi, ti amai

erica piantao fiore stellato di rosa…e amai di più l’ape piccina,

che lieve si posa, suggendo, sul fior profumato di miele.

eriche

O Erica, frutto di bosco, del bosco profondo e muschioso;

erica

macchiato di sole e d’ombra, ti vidi, ti colsi, e ancor ora

tu allieti la mia povera mensa con nuvole rosa di fiori:

eriche

e il dolce profumo di miele, il fiore stellato di rosa,

riportan lo stanco mio cuore nel bosco profondo e muschioso,

erica

macchiato di sole e di ombra, fremente di mille parole

non dette, sospese fra i rami.”

(Maura Bignotti)

erica

Differenza

ciliegio in fiore

“Non fa nessuna differenza – fuori –

le stagioni – si corrispondono – uguali –

le mattine sbocciano in mezzogiorno –

e spaccano i loro fiammeggianti baccelli –

lamponi di bosco

Fiori selvatici – ardono nei boschi –

i ruscelli sbattono – tutto il giorno –

Nessun merlo modera il banjo –

per il Calvario che passa –

calvario che passa

Autodafé – e Giudizio –

non sono nulla per l’ape –

la sua separazione dalla rosa –

per lei è la somma tragedia –

ape sulle rose

(Emily Dickinson)