Posts Tagged ‘differenza’

L’uomo fragile

….l’uomo di vetro…

Vetro di Murano

(di Vittorino Andreoli)

“Ho scoperto che la fragilità non è un difetto perché si lega indissolubilmente alla condizione dell’uomo, ai suoi limiti, alle malattie che possono chiudere ogni prospettiva trasformando la velocità e il senso del tempo, alla morte che può giungere fra un attimo.

Questo è l’uomo, questo è l’uomo fragile, l’uomo di vetro, che ha anche dato il titolo a un mio libro del 2006. Come appunto ad un vetro di Murano che attraverso il soffio assume forme stupende e viene inciso di colori che profumano di arte, impossibili da ammirare se avesse uno spessore maggiore o una composizione differente.

Un oggetto che basta colpire lievemente in un punto di minor resistenza per vederlo frammentarsi irrimediabilmente. La fragilità è la situazione propria dell’uomo, che esprime costantemente il bisogno dell’altro, e rappresenta l’origine dei sentimenti, dei legami, dei rapporti attraverso cui ci si scambia sostegno e coraggio.

Insomma la mia fragilità aiuta quella dell’altro che mi appare invece come forza. In questa luce ho amato la fragilità e non ho sentito più il bisogno di nascondermi, di mettere la maschera. Mi sono voluto bene per quello che sono,con la voglia di mostrarmi in tutta la mia realtà.

Ho amato la fragilità e non il potere, che ha bisogno dell’altro solo per sottometterlo.”

Scultura in vetro di Murano

Diversità Sostanziale

burattini

“Vediamo i burattini che saltellano sul palcoscenico, si muovono avanti e indietro appesi ai fili, come vuole la parte che è stata loro assegnata.

teatro-in-piedi-500

Ci situiamo nella società e individuiamo così la nostra posizione, appesi anche noi ai suoi fili sottili.

teatro

Per un momento ci vediamo veramente come burattini. Ma poi ci accorgiamo che vi è una diversità sostanziale tra il teatro dei burattini e il nostro dramma.

baracche e burattini

A differenza dei burattini noi possiamo fermarci, alzare gli occhi e vedere il meccanismo che ci faceva muovere.”

(Peter L. Berger)

Differenza

ciliegio in fiore

“Non fa nessuna differenza – fuori –

le stagioni – si corrispondono – uguali –

le mattine sbocciano in mezzogiorno –

e spaccano i loro fiammeggianti baccelli –

lamponi di bosco

Fiori selvatici – ardono nei boschi –

i ruscelli sbattono – tutto il giorno –

Nessun merlo modera il banjo –

per il Calvario che passa –

calvario che passa

Autodafé – e Giudizio –

non sono nulla per l’ape –

la sua separazione dalla rosa –

per lei è la somma tragedia –

ape sulle rose

(Emily Dickinson)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: