Posts Tagged ‘esodo’

L’ombra di un sogno fuggente

“C’è un solo modo per conoscere Dio,

per conoscere una donna, un ragazzo, una città…

         – inginocchiarsi e guardarli da vicino” –

(Angelo Casati) 

“Se non puoi illuminare la notte con la conoscenza,

cerca di illuminarla con le delizie.”

(Gilberto d’Hoyland)

 

“Siamo migranti, senza riposo, senza sosta, sempre in cammino.

Esiliati, costruiamo i nostri nidi negli alberi del futuro.”

(Rubem Alves)

 

“….che è mai la vita?

E’ l’ombra di un sogno fuggente.”

(Giosuè Carducci)

10 FEBBRAIO – Giorno del Ricordo

FOIBE

ESODO E CENTRO RACCOLTA PROFUGHI

LAGHER

Domenica 14 Febbraio 2016

assieme ad altre duecento persone,

sotto una pioggia scrosciante che sembrava benedire e lenire,

ho visitato LUOGHI della nostra recente STORIA ITALIANA.

LUOGHI DIMENTICATI

che urlano

alla coscienza di ogni cuore che si considera “umano”.

——-

purezza d'animo

Dio dei Nostri Padri

PREGHIERA COMUNE

“Dio dei nostri Padri, Tu sei il nostro Re,

il nostro liberatore,

la nostra salvezza nella sventura, il nostro

prodigioso rifugio nei giorni di dolore.

Benedici noi con la triplice benedizione

scritta nella legge.

Che Dio ti benedica e ti custodisca.

Che Dio abbia un luminoso volto per te.

Che Dio ti guardi e ti dia Pace.”

 

Inno alla Speranza

“La Speranza” è quella cosa piumata

che si viene a posare sull’anima

canta melodie senza parole – e non smette mai.

E la senti – dolcissima – nel vento.

E dura deve essere la tempesta

capace di intimidire il piccolo uccello

che ha dato calore a tanti.

Io l’ho sentito nel Paese più gelido

e sui mari più alieni.

Eppure mai, nemmeno allo stremo,

ha chiesto una briciola – di me.

(Emily Dickinson)

 

 

 

la sofferenza…

luce del mattino

palpiti di vita

….esperienza dell’esodo!

“Nella nostra comunità ci sono delle suore straordinarie:

una ha novantadue anni ed è cieca e sorda.

Ma guardare questa suora significa guardare un bel viso,

un viso che fa intravedere una grande pace,

una grande felicità,

un grande amore.

E quando le urlo in un orecchio: “Suor Alfhonsine, come va?

Sono suor Emmanuelle e vi do un buon giorno”,

lei risponde con un sorriso:

“Non è mai andata così bene, suor Emmanuelle”.”

(Suor Emmanuelle)

che domani...

pianterei..oggi stesso...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: