Un metro oltre l’orizzonte

(Avere nuovi occhi……per Ricominciare)

“Ogni uomo deve cercare la Sorgente del suo essere.” (Gandhi)

“Quanto più l’uomo si conosce, tanto più progredisce.” (Gandhi)

“Chi vuol salvare il suo tempo, non fa neppure una sola cosa inutile.” (Gandhi)

“Finché non c’è armonia tra corpo, mente ed anima, nulla riesce bene.” (Gandhi)

“La musica non sgorga solo dalla gola. Hanno la loro musica anche la mente e i sensi e il cuore.” (Gandhi)

“Più potente di qualsiasi parola è un pensiero puro.” (Gandhi)

“Prima o poi, ciò che abbiamo nel cuore si manifesta anche all’esterno.” (Gandhi)

“Un saggio ha affermato che solo nel silenzio ci prepariamo alla realizzazione personale. E la nostra vita futura sarà intonata alla realtà profonda.” (Gandhi)

“Lo stesso saggio dice che dalla pace del cuore nasce una forza profonda che non viene mai meno.” (Gandhi)

“Scopro ogni giorno di più l’importanza del silenzio. Il silenzio è necessario a tutti, ma è veramente d’oro per chi deve lavorare.” (Gandhi)

“Se vedessi la bellezza interiore, ogni altra bellezza impallidirebbe fino a diventare insignificante.” (Gandhi)

“Quando possiamo dire di aver impegnato nello sforzo tutte le nostre migliori energie? Quando vi portiamo tutti noi stessi, senza alcun limite. Normalmente, il successo corona un simile sforzo.” (Gandhi)

“L’uomo prova una gioia incontenibile quando raggiunge qualche cosa che va oltre le sue speranze.” (Gandhi)

“Quando il cuore di un uomo è ripieno di luce celeste, scompaiono dalla sua strada gli ostacoli.” (Gandhi)

“Non c’è alcuna gioia che possa essere paragonata con quella del pacifico compimento del proprio dovere.” (Gandhi)

“La tranquillità del cuore è la maggiore sapienza.” (Gandhi)

“Il puro pensiero è una cosa talmente sottile e, al tempo stesso, talmente potente che può pervadere tutto.” (Gandhi)

“La modestia e l’umiltà nutrono l’uomo e lo aiutano a crescere.” (Gandhi)

“Ci andrà tutto bene se, anche nelle ore di lavoro, saremo coscienti della presenza di Dio in noi.” (Gandhi)

“Dio cammina a piedi.” (Gandhi)

titolo

Tracce:

Don Luigi Verdi – Fondatore di https://www.romena.it/

Frasi di M. K. Gandhi da “Ogni giorno un pensiero”  

(Titolo originale dell’Opera: A THOUGHT FOR THE DAY) – E.M.I Bologna

Quadri: Opere di Gustav Klimt – Claude Monet – Luigi Bertelli – Camille Pissarro Pontoise

Condividere l’amore

https://rebeccaantolini.wordpress.com/2016/02/05/condividere-lamore-award-per-te/

GRAZIE @REBECCA!

Grazie per il dolce APPELLO a CONDIVIDERE L’AMORE!

Grazie per la gentilezza del TUO AWARD!

Grazie al TUO SENSIBILE CUORE!

Chiedi di nominare QUALCUNO CHE AMMIRO

per l’AMORE che dona:

...per l’AMORE che vive:

Chiedi di nominare dei BLOGGER …INNAMORATI,

ed io vorrei nominare TUTTI quelli che seguo, perché, secondo me,

in modi diversi e personali:

AMANO, SOGNANO, SPERANO!

Fra questi ne nomino CINQUE, come chiedi:

  1. @Maria Rosaria (Marirò) per l’amore che instancabilmente dona ai bambini:http://ili6.wordpress.com/
  2.  @Rossana Morandini per la Fortezza, la Dolcezza e il Rigore Morale: http://rossanamorandini.wordpress.com/
  3. @Sara e Michele per l’Amore alla Vita e alla Famiglia: https://inviaggioversolaltro.wordpress.com/
  4. @Lucetta per la Fedeltà al Vivente: Creatore e Signore di tutte le cose: http://lucetta2014.wordpress.com/
  5. @Aquilanonvedente per l’Onestà e “l’estroversa” sete-amore di Verità e Giustizia: http://aquilanonvedente.wordpress.com/ 

Vorrei, per la FESTA DI SAN VALENTINO, continuare la LISTA dei/delle BLOGGER che parlano dell’amore umano.

Ma non vorrei dimenticare L’AMORE custodito in ogni forma di vita che…

instancabilmente fiorisce e si rinnova!

FELICE FESTA DELLA VITA!

BUON SAN VALENTINO 2016 A TUTTI GLI INNAMORATI!

 

 

 

Leggerezza

Mongolfiere

“Dio, leggero

come il vento senza patria

ti levi nella notte degli uomini

come amante in cerca del cuore

dell’amato.

Mongolfiere

Tu che cammini sulle acque,

sapendo che la danza 

mette in fuga la paura,

rendici leggeri

verso un ignoto volo.

Mongolfiere

Leggeri, con la forza del seme

che fa crescere il frutto

di chi si appoggia alla via

quando si fa povera.”

(Luigi Verdi)

“COR HABEO”

cuore amore

“La cartolina trova spazio nell’unica fessura di quel vagone piombato.

Lo percorre all’inverso volando, quasi per salutarlo, poi scivola verso terra finché trova l’appoggio di un prato.

Qualche giorno dopo un contadino la intercetta per caso nella scia di una falce. La spedisce così al mittente, pensando che l’abbia perduta. Ma Etty Hillesum non potrà rileggerla. Morirà ad Auschwitz pochi giorni dopo aver affidato al vento quel suo ultimo pensiero: “Abbiamo lasciato il campo cantando”. 

Vorrei seguire con voi la scia di questa cartolina per provare a dire qualcosa sul coraggio.

Mi aiuta una riflessione di Giovanni VannucciIn un suo incontro il monaco di Stinche utilizza le leggi della fisica per spiegarci come si muove la vita.

sasso cuore

Prendete una pietra, ci dice, e poi lasciatela. Cade a terra, naturalmente, per effetto della legge di gravità.

Araucaria_Excelsa_Seeds

Guardate invece una pianta. Ha un peso simile a quello di un solido, ma un movimento contrario: non scende giù, ma sale, indirizzando verso l’alto i rami e le foglie: è la vita che ha dentro che fa la differenza. Ciò che è inanimato si muove verso il basso, ciò che è vivo segue direzioni diverse: “la vita – ci dice Vannucci – consiste in una prodigiosa violazione di tutte le leggi del mondo fisico”.

attraverso il cuore

Nella nostra realtà quotidiana la forza di gravità è rappresentata da mille motivi che ciascuno di noi ha per scivolare giù: pesantezza, limiti, paure, destini avversi. Un pool di forze che, con concentrazioni diverse, ci invitano a mollare, a lasciarci cadere. Questa corrente dal pollice verso, specie quando le cose non vanno, ci sembra la più naturale, inevitabile come una legge della fisica.

cuoricino

Eppure,  se ci guardiamo intorno, ci accorgiamo che non è tutto così scontato, anzi notiamo spesso che proprio dove il peso delle situazioni negative cresce, sale anche la spinta ad opporvisi, che dove sembra inevitabile la disperazione, trova spazi imprevisti la speranza.

Ecco il coraggio : il coraggio consiste nell’ostinata scelta della direzione contraria a quella che ci viene impacchettata dalla sorte, nell’opposizione coriacea alla forza di gravità dell’appiattimento, del realismo cupo, dell’apatia.

sguardo sul mondo

il coraggio segue la vita sempre, anche quando farlo sembra inutile. A chi scrive quel biglietto Etty, durante il trasferimento dal campo di Westerbork al lager polacco? Lo scrive a chiunque possa raccoglierlo, lo scrive per piantarlo nella vita di chi resterà. “Abbiamo lasciato il campo cantando”  non sono le parole di un addio, è la frase di chi vuol far presente che non si può arrestare mai il movimento di ascensione dell’uomo.

sassi cuore

Non è una questione di eroismo. Al contrario: se notiamo poco coraggio intorno a noi è perché il coraggio è così sparso nel nostro vivere quotidiano, che spesso non lo riconosciamo.

Il coraggio è quello di chi affronta a viso aperto una malattia sua o di un famigliare, di chi ha perso tutto ma ricomincia, di chi, se vede un’ingiustizia, la denuncia.

E’ un coraggio che opera forse di più in dimensioni intime che pubbliche, ma che c’è, esiste, tutti ne possiamo disporre.

cuore d'acqua

La radice etimologica della parola coraggio è “COR HABEO” – “ho cuore” . Se ci pensate è proprio il cuore l’organo che, primo, marca la differenza tra ciò che è inanimato e ciò che è vivo.

Davanti alle analisi più cupe del nostro presente e delle sue crisi, ricordiamoci che abbiamo a disposizione una risorsa fatta di cuore, per questo capace da sola di ribaltare tutto. persino la forza di gravità.”  (Massimo Orlandi)

cuore di cielo