Posts Tagged ‘libertà giustizia’

Era ieri

 

 ENZO BIAGI – “Era ieri” – “

“Abbiamo combattuto contro il nazismo e il fascismo, molti hanno dato la vita per la libertà, mai avrei pensato che un giorno nel nostro Paese si tornasse a parlare di epurazione, censura, regime, secessione e si mettesse in discussione la Carta dei Padri della Patria.

 

 

 

 

 

 

Gli avvenimenti ci interpellano

CRISI DEL MEDITERRANEO

(la ricerca di un respiro nuovo di libertà)

“Il 2011 è un anno che sento forte, importante, determinante e storicamente evolvente per la civiltà occidentale.

Ciò che stà succedendo nel mondo in questo periodo, è così sconvolgente che chiama ad una presa di coscienza profonda

e anche ad una riflessione che sviluppi consapevolezza nelle parole che pronunciamo e nelle azioni che compiamo.

Due sono gli aspetti che si evidenziano attraverso il pensare e il sentire:

– Una sensazione di incredulità, di sospensione vuota, ma anche un presentimento, una percezione che “qualche cosa”

avrebbe dovuto succedere prima o poi, perchè ciò è costituzionale e vitale del processo di crescita, di sviluppo e di cambiamento umano!

– Una sensazione strutturata da filamenti propositivi, vibranti di giusto e di bene.

La nostra vita evolve in una dinamica che nasce, cresce, sviluppa, si incista, decade, muore, per poter determinare un nuovo ciclo umano, che rilancia su un nuovo che ha radici nel ricupero delle esperenze passate.

La somma delle vite umane che costituiscono un gruppo, che può identificarsi con una cultura omogenea e quindi diventare uno Stato, segue le stesse regole. Infatti, evolve, si sviluppa su un punto di identità condivisa, fino a quando questa condizione non diventa ostacolo al nuovo e, quindi, sofferenza e fatica. Tutto ciò che si manifesta come dominanza di un potere malato, che soffoca il processo e il percorso naturale della forza evolvente della vita, incredibilmente, viene sconvolto e travolto da un vento di coraggio e dalla forza rigenerativa del valore della libertà e della giustizia.

Analizzando più accuratamente ciò che la cronaca dei giorni nostri ci sta facendo conoscere, prima di decantarsi nel tempo e trasformarsi in storia, è una perfetta analogia tra ciò che è singolo individuo e società a cui appartiene.

Poichè la pisicologia ci ha svelato una parte di come noi funzioniamo interiormente, possiamo quindi leggere lo stesso processo in un popolo. Infatti, non è lo stesso processo che avviene in noi, quando lasciamo ristagnare sofferenze, fatiche, dolori di cui non sappiamo liberarci?

La paura di perdere una condizione consolidata, o la paura di soffrire così tanto da non avere la forza di affrontare ciò che dentro ci fa star male e ci impedisce di essere noi stessi. Il coraggio di esistere per ciò che siamo, deve passare nel sentiero oscuro e crudele di dover morire a noi stessi, per scoprire che si è, al contrario, rinati e ritrovati vitali, sulla soglia di un percorso di crescita, sviluppo, cambiamento e conoscenza.

Attraversare dolorosamente e non nascondere pavidamente ciò che è ingiusto verso la vita, è fondamentale per ridare vigore al processo che sta alla sua base e segna la via verso l’evoluzione umana, che persegue un sogno di vero amore ed armonia.

Concludendo, la mia riflessione evidenzia a me stessa che come la persona impara a liberarsi dai fardelli del passato e dalle sue sofferenze, per poter riprendersi serenità, crescita, sviluppo, conoscenza, armonia e benessere, così molti uomini e donne, che vivono in paesi soffocati dalle dittature, hanno riconosciuto segnali, ingiustizie, falsità, fino ad accendere la loro coscienza, i loro cuori e le loro volontà per trovare il coraggio di liberarsi.

Tutto ciò mi parla di vita, di possibilità, di fiducia.

E se anche le atrocità di cui siamo informati mi scandalizzano, sento in cuor mio che la trasformazione in atto è viva, giusta e dobbiamo trarne consapevolezza e conoscenza per la nostra esperienza.

(Luisella Traversi)

respiro nuovo...di libertà.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: