Posts Tagged ‘notte’

Io sono libero

 

“Quando l’abitudine

ci fa perdere la libertà,

lasciamo che le nostre unghie

graffino le pareti di cemento

in cui ci siamo rinchiusi

per trovare il cielo

e aprirci ad un libero sguardo.

Chi ha salde radici

non soffre la gravità,

non si vergogna

di andare con il vento,

riesce a cantare nella notte.

In quei momenti

è come se una scintilla divina

tagliasse le vene della libertà

e tutto si riempisse di luce.”

(Luigi Verdi)

Settimana santa

“Lo spazio dello spirito,

là dove esso può aprire le ali,

è il silenzio.”

(A. de Saint-Exupéry)

Leggerezza

Mongolfiere

“Dio, leggero

come il vento senza patria

ti levi nella notte degli uomini

come amante in cerca del cuore

dell’amato.

Mongolfiere

Tu che cammini sulle acque,

sapendo che la danza 

mette in fuga la paura,

rendici leggeri

verso un ignoto volo.

Mongolfiere

Leggeri, con la forza del seme

che fa crescere il frutto

di chi si appoggia alla via

quando si fa povera.”

(Luigi Verdi)

A Venezia

DEDICATA ALLA MIA ILLUSTRE CITTA’

(Oggi…così vergognosamente sporcata!)

Venezia

“E’ fosco l’aere,

il cielo è muto,

ed io sul tàcito

veron seduto,

in solitaria

malinconia

ti guardo e lacrimo,

Venezia mia!

Canaletto

Passa una gondola

della città:

“Ehi, della gondola,

qual novità?”

“Il morbo infuria,

il pan ci manca,

sul ponte sventola

bandiera bianca!”.

claude_monet_056_impressione all Alba

No, no, non splendere

su tanti guai,

sole d’Italia,

non splender mai;

e su la vèneta

spenta fortuna

si eterni il gemito

della laguna!

Venezia

Venezia! L’ultima 

ora è venuta;

illustre martire

tu sei perduta…

Il morbo infuria,

il pan ci manca,

sul ponte sventola

bandiera bianca!

(A. FUSINATO)

Venezia tempo grigio

Dalla sofferenza alla pace

Una notte sul monte Calvo

Un tempo grave

Una notte di paura

Una sofferenza feroce come un drago

sempre più dorato e potente,

che imprigiona e divora la fede debole

e…s’inchina al chiaror

della fiducia,

della preghiera e dell’attesa.

Drago placato e confuso nella fiamma

che brilla nel cuore…

Notte vinta dall’aurora

che libera il giorno e la pace.

Angelo della speranza

ALLA CARA ZIA GENOVEFFA…

….E A TUTTI GLI AMMALATI RICOVERATI NEGLI OSPEDALI…

AUGURO  UNA SERENA NOTTE E…UNA PRONTA GUARIGIONE!

Essere nuovi

alba australiana

“Essere nuovi come la luce a ogni alba, come il volo degli uccelli

e le gocce di rugiada: come il volto dell’uomo,

come gli occhi dei fanciulli come l’acqua delle fonti:

vedere la creazione emergere di notte!

Non vi sono fatti precedenti: non parlate di millenni

o di giorni o di altri millenni. Né creatura alcuna

correrà il rischio di essere sazia: principio altro principio genera

in vite irripetibili come le primavere.

Io debbo essere un segno mai visto, ipostasi del non visto prima,

goccia consapevole o perla nella notte, il lucente attimo di Dio

che per me solamente così si riveli e comunichi.

Unico male l’abitudine e la scelta tragica: discorrere invece che intuire.”

(David Maria Turoldo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: