L’orchestra

 

PLATONE

“Non muovere mai l’anima senza il corpo, né

il corpo senza l’anima, affinché difendendosi

l’uno con l’altra, queste due parti mantengano

il loro equilibrio e la loro salute.”

^^^^^^^^^^^^^^^

GEORGES BERNANOS

“Il buon Dio non ha scritto

che noi siamo il miele della Terra, ragazzo mio, ma il

sale. Il sale, su una pelle a vivo, è una cosa che brucia.

Ma le impedisce anche di marcire.”

^^^^^^^^^^^^^^^

GEORGE BERNARD SHAW

“Io sono dell’opinione che

la mia vita appartenga alla comunità,

e fintanto che vivo è un mio privilegio fare

per essa tutto quello che mi è possibile.”

RUDOLF STEINER

“Una vita sociale sana si trova soltanto, quando

nello specchio di ogni anima la comunità intera

trova il suo riflesso, e quando nella comunità

intera le virtù di ognuno vivono.”

^^^^^^^^^^^^^^^

ASTOLPHE DE CUSTINE

“L’orchestra è così perfetta che si crede di udire

un solo strumento! Un’idea unica espressa con

una diversità infinita: questo è il sublime.”

^^^^^^^^^^^^^^^

SIMONE WEIL

“L’anima umana ha bisogno di partecipazione

disciplinata a un compito condiviso di pubblica

utilità, e ha bisogno di iniziativa personale in

questa partecipazione.”

^^^^^^^^^^^^^^^

L'origine delle sette note musicali - teoria musicale con il M ...

TRACCE:

Immagine Web

Video Youtube

Brani scelti

Lo schiaccianoci

OP. 71 VALZER DEI FIORI

Basata su una fiaba per bambini di Hoffman, questa suite aveva ottenuto un grande successo prima ancora del debutto sulle scene del balletto. Una bambina sogna di assistere ad un grande spettacolo: in una successione di danze sempre diverse, il compositore evidenzia la sua grande padronanza degli stili musicali e dell’orchestra. In questa suggestiva danza, eseguita dai servitori della Fata Confetto, i suoni dell’arpa, dei corni, di tutti i fiati e degli archi a ritmo di valzer evocano l’incanto dei fiori che danzano nella brezza. ( da  – I Grandi Compositori-)

Sinfonia di Beethoven n°9

Orchestra giovanile e infantile del Venezuela

“La potenza e il vigore di questa grande composizione, sono così imponenti da proiettare la musica verso nuove possibilità espressive.

Beethoven riesce qui a trasmetterci la più intensa ed immediata sua volontà di legare inscindibilmente musica e poesia, orchestra e coro, quasi a simboleggiare le sue idee sull’intrinseca unità dell’uomo, della natura e del cosmo.

Il rivoluzionario Beethoven sembra rivelare dove può risiedere la gioia: nella fratellanza del genere umano, unito e in pace.”