Posts Tagged ‘perdita’

Mezz’ora

“Mezz’ora…. sono trenta minuti;

e trenta minuti al giorno voglion

dire, in fin della settimana, senza

contare la domenica, tre ore di vita

di più; e in fin del mese, dodici ore;

ed in fine dell’anno, centoquaran-

taquattro ore guadagnate.

============

Che cos’è una mezz’ora? E chi

non la perde?

Ma sempre nella vita, il tempo

che si perde è momento, il momento

presente; poiché nessuno può perdere

né il passato né l’avvenire;

nessuno può perdere ciò che non ha,

ciò che non possiede più o non

possiede ancora.

============

Chi vuol fare buon uso della vita,

deve fare buon uso dei momenti;

non deve permettere che siano spre-

cati mai nemmeno i ritagli di tempo,

nemmeno le mezz’ore.”

M.P.PASCOLATO

============

(Da – CORSO DI LETTURE PER GLI ALUNNI DELLA SCUOLA ELEMENTARE – 1966)

L’amore e l’assenza

“Ci sono molte cose

che si sono perdute

e sono rimaste indietro

ma di cui non proviamo nostalgia.

La nostalgia nasce

quando esistono amore e assenza.

Quando le cose destano nostalgia

e fanno germogliare nel cuore

la memoria dell’amore

e il desiderio del ritorno,

sono dei sacramenti,

come segni visibili di un’assenza.

Dio abita la nostalgia,

là dove sono riuniti

l’amore e l’assenza.”

(Rubem Alves)

 

 

Settimana di Pasqua

AVETE VISTO IL SIGNORE?

“Io vorrei donare una cosa

al Signore,

ma non so che cosa.

Andrò in giro per le strade

zufolando, così, fino a che

gli altri dicano: è pazzo!

E mi fermerò sopratutto con i bambini

a giocare in periferia, e poi lascerò

un fiore ad ogni finestra dei poveri

e saluterò chiunque incontrerò

per via inchinandomi fino a terra.

capitello in campagna 1

E poi suonerò con le mie mani

le campane sulla torre a più riprese

finché non sarò esausto.

E a chiunque venga anche al ricco

dirò:

siedi pure alla mia mensa,

(anche il ricco è un povero uomo).

E dirò a tutti: avete visto il Signore?

Ma lo dirò in silenzio e solo con

un sorriso.

Risultati immagini per icona di maria

Io vorrei donare una cosa

al Signore, ma non so che cosa.

Tutto è suo dono

eccetto il nostro peccato.

Ecco, gli darò un’icona

dove lui bambino guarda agli occhi

di sua madre:

così dimenticherà ogni cosa.

Gli raccoglierò dal prato una goccia

di rugiada.

margherita assetata

E’ già primavera ancora primavera

una cosa insperata non meritata

una cosa che non ha parole;

e poi gli dirò d’indovinare

se sia una lacrima o una perla di sole

o una goccia di rugiada.

E dirò alla gente:

avete visto il Signore?

Ma lo dirò in silenzio

e solo con un sorriso.

fiori-in-giardino

Io vorrei donare una cosa

al Signore, ma non so che cosa.

Non credo più neppure

alle mie lacrime, e queste gioie

sono tutte povere:

metterò un garofano rosso

sul balcone

canterò una canzone

tutta per lui solo.

Andrò nel bosco questa notte

e abbraccerò gli alberi

e starò in ascolto dell’usignolo,

quell’usignolo che canta sempre solo

da mezzanotte all’alba.

usignolo di notte

E poi andrò a lavarmi nel fiume e

all’alba passerò sulle porte

di tutti i miei fratelli

e dirò a ogni casa: pace!

e poi cospargerò la terra

d’acqua benedetta in direzione

dei quattro punti dell’universo,

poi non lascerò mai morire

la lampada dell’altare

e ogni domenica mi vestirò di bianco.

Io vorrei donare una cosa sola

al Signore, ma non so che cosa.

E non piangerò più non piangerò più

inutilmente;

mistero della Vita

dirò solo: avete visto il Signore?

Ma lo dirò in silenzio

e solo con un sorriso,

poi non dirò più niente.”

(David Maria Turoldo)

Lo Stupore della Vita

UN BACIO A GIOELE..

IL MIO BIMBO

CHE VIVE IN CIELO!

Quanto costa il tempo?

il tempo vola

“Quanto costa il tempo? Nessuno sa dirlo, anche se tutti siamo pronti a lamentarci di averne sempre poco e a giurare sul suo valore, da bene scarso che si rispetti. Eppure, per due studiosi americani di marketing non siamo affatto capaci di spenderlo come moneta.

il tempo vola

Lo dimostra una ricerca pubblica sul Journal of Consumer Research, secondo cui il valore attribuito al tempo è comunque inferiore a quello del danaro.  A un campione di studenti universitari è stato chiesto di immaginare di acquistare un prodotto scegliendo se pagarlo con 4 ore di lavoro o con 50 dollari, e di ipotizzare che l’acquisto fosse più o meno soddisfacente.

il tempo vola via

Ebbene, quando il prodotto si rivelava deludente, i ragazzi dimostravano di essere molto più soddisfatti se l’avevano  pagato in danaro, mentre erano più disposti ad accontentarsi quando il prodotto era stato barattato con il tempo. Come se l’unica reale perdita si avesse quando si buttano via dei soldi.

Strano meccanismo: forse nasce dall’illusione che con il danaro sprecato si sarebbe potuto fare di tutto, anche comprare il tempo.” (Riccardo Spagnolo)

il tempo

Filastrocca

FILASTROCCA NEL CESTELLO…

filastrocca del cestello

…quel ch’è buono quel ch’è bello!

Buono è il latte zuccherato

latte zuccherato

e il miele profumato

miele profumato

Le albicocche e le susine

cestello di frutta

Le ciliegie porporine

ciliegie porporine

Fresche fragole e lamponi

fresche fragole e lamponi

Tanti frutti tutti buoni

frutta

Per la gioia dei bambini

stupore e meraviglia

anche due cioccolatini.”

cioccolatini-tea-time

BUON APPETITO!!!

DA ZIA GENOVEFFA

CLAUDIO ABBADO

Grandissima è già l’assenza!

Immensa l’emozione e la gratitudine.

Massimo l’abbraccio.

musica e rose

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: