Posts Tagged ‘scelte’

Voglio ancora…

“Domani, figlio mio, tutto sarà diverso.

L’angoscia uscirà per la porta di fondo

e la chiuderanno, per sempre,

le mani di uomini nuovi.

Regnerà il contadino sulla sua terra

-piccola ma sua-

fiorita al bacio del suo lavoro gioioso.

Non finiranno prostitute le figlie dell’operaio,

né quelle del contadino;

pane e vestito riveleranno il loro lavoro onorato;

le lagrime della famiglia proletaria si asciugheranno.

Domani, figlio mio, sarà tutto diverso.

Senza frusta, senza carcere,

né fucile che sopprimono le idee.

Camminerai per le vie della tua città,

senza paura, con i figli, la mano nella mano,

come ora io posso fare per te.

Non sarà il carcere né la guerriglia

a chiudere i tuoi anni giovanili come ha chiuso i miei;

non morirai in esilio con gli occhi spaventati,

anelando di rivedere i paesaggi felici della tua patria,

come è morto mio padre.

Domani sarà tutto diverso, figlio mio!

(E. Castro – Nicaragua)

Confine

Oggi è il 21 MARZO, primo giorno di PRIMAVERA!

Oggi la VITA C’E’,

è PRESENZA!

Oggi, alla Scuola della Vita,

 voglio RICOMINCIARE 

RICREARE,  RICREARMI!

Partendo da QUI!

AUGURI DI FELICE PRIMAVERA!

(Nives)

La figura di Enea

enea_anchise

“Per sintetizzare con un’immagine il senso vivo della Tradizione,

ho fatto ricorso alla figura di Enea.

Davanti alla città che brucia, c’è chi pensa solo a mettere in salvo se stesso,

ritenendo che il mondo coincida con sé.

E c’è chi pensa di morire con la città, come fece la sentinella di Pompei

di cui narrava Oswald Spengler.

Il primo è l’idiota globale, il secondo è il tradizionalista eroico ma sterile.

Enea fugge da Troia in fiamme

Davanti a Troia in fiamme, Enea porta in salvo il suo vecchio padre, Anchise,

caricandoselo sulle spalle mentre il suo genitore stringe i penati,

sacro simbolo di continuità; e conduce fuori il suo piccolo figlio Ascanio,

con cui andrà a fondare la nuova città secondo il mito.

GianLorenzoBerniniEneaAnchiseeAscan

 In quell’immagine scolpita da Gianlorenzo Bernini e nel travaglio della polis che brucia,

si riassume magnificamente il senso della Tradizione vissuta di padre in figlio. (Marcello Veneziani)

Volontariato

La portatrice di pane

pane

“Spettabile Redazione,

è da quasi un anno che, ogni giorno, una nostra volontaria, la signora Luciana, arriva al nostro magazzino alimentare, con il suo passo deciso, portando con sè due borsoni di fresco e profumato pane. Circo quindici chili di manna che, prontamente, noi prepariamo in sacchetti che offriamo ai nostri tesserati. L’arrivo della signora Luciana è un appuntamento che, pur essendo diventato abituale da molti mesi, ogni volta noi  accogliamo con gioia quasi fosse una festa. Consapevoli che qualche volta le nostre risorse per riempire le borse sono scarse, il pane della signora Luciana, copre magistralmente, e non metaforicamente, lo spazio mancante. Brava Luciana, non solo presti il tuo servizio di volontaria al magazzino San Giuseppe ma, spontaneamente, ci rifornisci di ottimo pane che la tua famiglia di fornai, gratuitamente, mette a nostra disposizione.” (Giuliano Rocco)

In pericolo la distribuzione della frutta e verdura al Don Vecchi

futta e verdura

“Se qualcuno non ci da una mano siamo costretti a chiudere e in un momento di crisi come questo, e col papa che ora abbiamo sarebbe un vero sacrilegio! Un signore riesce a procurarci gratuitamente 15-20 quintali di frutta e verdura al giorno. NON ABBIAMO PERO’ PERSONALE SUFFICIENTE PER DISTRIBUIRLA.  Faccio un caldo appello ai credenti e non credenti di Mestre di mettersi a disposizione, a titolo gratuito e secondo modalità già fissate, dal lunedì al venerdì, dalle ore 15,30 alle ore 18,30. Telefonarmi al cell. 334 97 41 2 75. Grazie.   (Don Armando)

portatrice di pane

“Rifiutare a chiunque il diritto, la fierezza e la gioia di fare una buona azione,

è voltare le spalle alla carità.

Solo l’avaro è povero,

irrimediabilmente.

Se l’eguaglianza rimane un mito,

che la fortuna, almeno, non sia una tirrania.”

(Raoul Follereau)

anziani

Gli anziani del “DON VECCHI” per i poveri del Kenia

Abbiamo appena ricevuto da Lucia la somma di 875,40 Euro frutto delle offerte fatte durante l’Avvento del santo Natale 2012 dagli Anziani ospiti presso il “Centro don Vecchi” con il fine di acquistare il latte per i bambini di Wamba. Sono soldi preziosi e “pesanti” perchè provengono da persone che se ne sono private avendone probabilmente bisogno. La prego di assicurare tutti loro, se ne avrà l’occasione, che provvederemo a consegnare questi fondi ai responsabili della Missione, già durante il prossimo viaggio di Lucia a Wamba previsto per i prossimi mesi. Come sempre questi viaggi permettono di capire e recepire in modo diretto le esigenze delle persone e della comunità così da poter migliorare i progetti in corso e verificare la necessità di avviarne di nuovi. La prego di ringraziare gli ospiti del “don Vecchi” per la loro generosità e di starci vicino con le sue preghiere, i suoi consigli e il suo calore umano. Con molta stima e affetto le auguro ogni bene e le porgo i miei più cordiali saluti.” (Walter Prendin – Presidente Associazione “Insieme per Wamba”)

poveri del Kenia

 – Un DOSSIER spiega le motivazioni di una scelta di Volontariato, che sono etiche solidaristiche, religiose, ma anche personali.

– Il CENTRO DON VECCHI comprende 4 Strutture per Anziani Autosufficienti e 1 Struttura per Anziani Non Autosufficinti. E’ stato fondato da Don Armando Trevisiol, grazie alla solidarietà e al Volontariato di tante Persone di Buona Volontà.

volontariato2

PER NON DIMENTICARE

LA SCELTA DEI….. 600.000…..COMPRESO IL MIO PAPA’

a modo mio….

“Mi chiamo Julie e sono appena uscita dalla clinica Mangiagalli di Milano.

Purtroppo appena nata sono stata operata (benissimo) ed accudita dolcemente

dalle infermiere del reparto di patologia neonatale.

Nell’Italia delle escort, vorrei plaudire a queste ragazze (numerose!):

studiose, umane, preparatissime, che per uno stipendio nettamente inferiore alla loro bravura

svolgono una missione impagabile.”

(Julie Ferrari, Milano)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: