Beato il bambino

primo sorriso

Beato il bambino che inizia la vita incontrando un sorriso.

tanto amore

Beato il bambino che ha più attenzioni dell’auto pulita.

bimbo e cellulare

Beato il bambino che è circondato da tanto amore più che tante cose.

bimba e papà

Beato il bambino che non è guastato da eccesso di facilità.

capricci

eccesso di facilità

Beato il bambino che non è ubriacato dalla televisione e dalla pubblicità.

giocare in giardino

gioco libero

Beato il bambino che non è “asfissiato” ma può andare a giocare in cortile.

giocare in giardino

Beato il bambino che non è obbligato a leggere a tre anni, a ballare a quattro, a suonare a cinque, a essere campione a sei.

bambino prodigio

Beato il bambino che può essere un bambino.

grande troppo presto

Beato il bambino che può vivere e giocare da bambino.

gioco libero

giocare in giardino

Beato il bambino che si sente sussurrare alla sera prima di addormentarsi e al mattino al risveglio:

preghiera e affido

“Amore mio ti affido al buon Dio”

La storia del vecchio Jim

vecchio Jim

– Ogni giorno, alle 12, Jim entrava in chiesa, per non più di

due minuti, poi usciva.

Il sacrestano era molto curioso e un giorno fermò Jim e gli domandò:

“Perchè vieni qui ogni giorno?”.

“Vengo per pregare”. “Impossibile! Quale preghiera puoi dire

in due minuti?”.

amici sempre

“Sono un vecchio ignorante, prego Dio a modo mio”.

“Ma che cosa dici?”

“Dico: Gesù, eccomi, sono Jim. E me ne vado”

amici veri

Passano gli anni, Jim, sempre più vecchio, malato, entra in

ospedale, nel reparto dei poveri.

In seguito, sembra che Jim stia per morire, il prete e la religiosa infermiera

stanno vicino al suo letto!

“Jim dicci: perchè, da quando sei entrato in questo reparto,

tutto è cambiato in meglio, la gente è diventata più contenta,

felice e amichevole?”

anziana felice

“Non lo so: Quando posso camminare, giro di qua e di là,

visitando tutti, li saluto, chiacciero un po’; quando sono a letto,

chiamo tutti, li faccio ridere tutti, li rendo tutti felici.

Con Jim, sono sempre felici”.

il tuo amico

“Ma tu, perchè sei felice?”.

“Voi, quando ricevete una visita ogni giorno,

non siete felici?”. “Certo. Ma chi viene a visitarti?

Non abbiamo visto nessuno.”.

due sedie

“Quando sono entrato in questo reparto vi ho chiesto due sedie:

una per voi, una riservata per il mio ospite, non vedete?”

“Chi è il tuo ospite?”. “E’ Gesù.  Prima andavo

in chiesa a visitarlo, adesso non posso più; allora, alle 12,

Gesù viene”. “E che cosa ti dice Gesù?”

“Dice: “Jim eccomi, sono Gesù!”

amicizia

Prima di morire, lo vediamo sorridere e fare un gesto con la

mano verso la sedia

vicina al suo letto, invitando qualcuno a sedere. Sorride di

nuovo e chiude gli occhi. –

l'amicizia

Vacanze:

ALLA RICERCA DELLA SERENITA’

famiglia felice

“Tantissima gente cerca per le sue vacanze le località più ricche di fascino e bellezza. Talora si va a cercare tutto questo molto lontano e lo si paga a caro prezzo. Pochi sanno che la pace, la serenità, la gioia di vivere è qualcosa che si trova sopratutto dentro di noi, cosicché puoi rimanere a casa tua e nella tua città, alzare gli occhi al cielo ammirare i fiori sul tuo davanzale cespo di rose

incantarti di fronte al volo degli uccelli maternità

tenere per mano le persone che ami famiglia felice

per scoprire la bellezza e la gioia del vivere. rialzati

Se vuoi essere saggio cerca prima dentro di te e attorno a te quello che ben difficilmente potrai scoprire altrove. ( dal settimanale “L’incontro”)

saggezza

AUGURI A TUTTI…..DI BUONE SAGGE VACANZE!